Passa ai contenuti principali

Torta con crema all'arancia





Questo dolce è una delle cose che mi piace di più in assoluto!!! Facile da fare, veloce, non troppo calorico e buonissimo!!! E poi è tempo di arance e potete farne una scorpacciata!!!

Torta con crema all'arancia
1 pan di spagna di 3 uova (deve venire basso)
3 uova
3 cucchiai di zucchero
3 cucchiai di farina
Montare insieme uova e zucchero, aggiungere lentamente la farina, (se volete essere sicuri della riuscita, aggiungete un pizzichino di lievito), mettere il tutto in uno stampo unto e infarinato, cuocere a 160° per almeno mezz'ora. A mio parere la cottura a bassa temperatura giova al pan di spagna che si gonfierà meglio. Fare la prova stecchino, anche se è pronto quando è ben dorato.

Crema all'arancia
1 uovo
1 cucchiaino fecola
3 cucchiai zucchero
1 bicchiere succo d'arancia
Mescolare l'uovo con lo zucchero, aggiungere la fecola, il succo d'arancia e cuocere a fiamma dolce. Questa deliziosa crema avrà la consistenza di una gelatina. Con essa farcire la torta e spolverarla di zucchero a velo.




Qui la vedete già spalmata sulla torta.. bella vero? Non vi dico che meraviglia il colore del dolce se doveste usare le arance sanguinelle o tarocco... ; ))

E qui, invece, la fetta




Mhhh... La fetta è un po' irregolare... non che io sia perfezionista, anzi!! Ma devo dire che, secondo me, questa torta raggiunge il massimo della libidine se la farcite con la sua crema quando questa è ancora calda. In questa maniera la crema penetrerà nel pan di spagna imbevendolo tutto e mescolandosi con esso ;)

 Ecco il motivo della foto irregolare.. L'estetica non ne guadagnerà, ma il sapore si!!

Commenti

  1. Ecco la tua torta, Giulia, bella soffice e farcita con la crenma di arancia deve essere squisita, visto che è il periodo conviene approfittare e provare tanti dolci!! ;)

    RispondiElimina
  2. Mi ricorda una torta che faceva la mia mamma anche se come base non usava il pan di spagna. Bella la dritta della farcitura e che importa se la fetta non è perfetta nella forma. Di sicuro è perfetta nel gusto :D! Un bacio, buon we

    RispondiElimina
  3. adoro tutto quel che all'arancia e sono corsa subito! se ti va, ti ricordo che è la settimana dell'arancia per airc, s eti va di partecipare leggi un pò qui!
    http://www.ariaincucina.com/2013/01/selezione-di-ricette-allarancia-per-airc.html
    buon week end cara!

    RispondiElimina
  4. non dirmelo due volte che la mangio tutta, ho le arance giuste !Buona giornata cara, un abbraccio !

    RispondiElimina
  5. Grazie a tutte!!!

    Aria, andrò a controllare!

    RispondiElimina
  6. OMY this look awesome really beauty,Giulia have a nice weekend!

    RispondiElimina
  7. Molto buona, complimenti!!!! Ciao,

    RispondiElimina
  8. 3 fette e per oggi sono apposto!! ^_^

    RispondiElimina
  9. CIAO SI PUO SOSTITUIRE IL SUCCO D ARANCIO CON SUCCO DI LIMONE ?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. direi di no, il succo di limone richiede molto più zucchero. Potresti fare metà acqua e metà succo di limone e aggiungere zucchero... ma con troppo zucchero rischi che ti viene una specie di marmellata visto che il liquido è poco

      Elimina
  10. Ti rubo questa crema all'arancia, che hai segnalato nel tuo ultimo post: deve essere buonissima

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Pan Brioche di Laura Ravaioli

Questa magnifica ricetta è stata divulgata tanti anni fa dalla Ravaioli sul Gambero Rosso e, devo dire, resta sempre la migliore (a mio parere) per gusto e sofficità!! Per non parlare della facilità di esecuzione...




Il testo che segue è quello che pubblicò Paola Balestrini tanti anni fa su Coquinaria..
      Poi scrivo come procedo io ;))

Pan Brioche di Laura Ravaioli
400gr. di farina 00
100gr. di farina Manitoba
5 uova
60gr. di zucchero
10gr. di sale
20gr. di lievito di birra
25gr. di acqua
250gr. di burro ammorbidito

Sciogliere il lievito con l'acqua tiepida e poi aggiungerlo alle due farine setacciate con il sale e lo zucchero,poi aggiungere le uova e per ultimo un po' per volta il burro tagliato a pezzetti.E' meglio lavorare con un'impastatrice perché l'impasto che ne risulterà è abbastanza appiccicoso e non lavorabile con le mani,ma non preoccupatevi deve essere così. A questo punto lo prendete e lo mettete in una ciotola abbastanza capiente e poi lo coprite con la pel…

Un pane semplice per chi comincia col lievito madre

Come vi ho già detto in questo post, ho deciso di parlare di lievito madre e di come cominciare ad usarlo, perchè mi è stato gentilmente chiesto. Non sono un'esperta, ma lo uso, quindi continuo a dare qualche indicazione su come procedo con le ricette che eseguo io

Intanto comincio col far notare una cosa: molto spesso leggo di gente che dice che nel loro pane c'è un sentore di acidità. Questo può dipendere da molti fattori tecnici (dal LM un po' passato, a una cattiva lievitazione, etc...) che sarebbe complicato stare a spiegare :). In questa sede posso solo dirvi come ho risolto io.
         Quando parlo con mia madre e le chiedo come facevano il pane, lei mi dice che procedevano così: Conservavano circa 150 gr di pasta dopo aver impastato e la tenevano in un mobile. - Mi hanno fatto notare che in questo passaggio sembra che si parli di pasta di riporto. Non è così, tanti anni fa si panificava col lievito madre -

Riso, Carciofi e Patate al forno

Oggi vi presento uno dei piatti tipici della cucina pugliese, una variante, se vogliamo, della Tiella di riso patate e cozze. La foto che vedete vi mostra un residuo di questa preparazione così come si presenta nel piatto!

Riso patate e carciofi al Forno