Passa ai contenuti principali

Gelato al Cioccolato

Il mese scorso avevo cominciato a produrre qualche gelatino... faceva caldo, anche se a volte col cielo coperto, e a tratti sembrava di essere in estate.
      Questi giorni il tempo è strano... mattine piene di sole, primo pomeriggio scirocco, serate fredde... e niente più gelati, quelli che avevo cominciato a produrre e che mangiavamo tanto volentieri.

Quindi, sappiate fin d'ora che il gelato che vedete in questo post è stato fatto almeno un mese fa e che non pubblicavo perchè, col freddo che faceva mi sembrava fuori luogo ;))   A dire il vero sarebbe fuori luogo anche oggi, ma se non pubblico dimentico di avere queste foto e rischio di lasciarle scomparire nel computer.

       Sia chiaro... non sarebbe una grande perdita!!!! Gelati in giro ce ne sono a iosa!! Ma qualcuno sul mio blog vorrei pure averlo... perciò ecco a voi.



Gelato al Cioccolato
Fare una crema inglese con
2 tuorli (anche 3)
200-250  ml di latte

2 cucchiai di zucchero

Quando è ancora calda aggiungere

150 gr di cioccolato fondente.
Far raffreddare la pentola in acqua fredda e montare

250 ml di panna.
Mescolare la panna alla crema fredda e mettere in gelatiera
L'ho trovato ottimo!!



Come vedete le foto sono molto approssimative...
      Di certo non ho fatto questo gelato con l'intenzione di farlo indurire, metterlo in coppette e guarnirlo per un servizio fotografico :) E' stato mangiato subito con buona pace di chi era in casa :)))

Buona giornata a tutti!!!


Commenti

  1. Sarò pure super freddolosa ma il gelato lo gradirei anche in inverno. Per me MAI fuori luogo, specie al cioccolato :D! Un bacione, buona settimana

    RispondiElimina
  2. Posso chiederti che gelatiera hai? Il gelato mi incuriosisce, ma sono sprovvista dell'attrezzo... :)
    Grazie.

    RispondiElimina
  3. Buono il gelato al cioccolato, oggi c'è il sole, ne approfitto!!!
    Un bacione grande!!!!

    RispondiElimina
  4. Un gelato come questo non è mai fuori luogo, io lo mangerei pure sulla neve! :)

    RispondiElimina
  5. Ogni volta che vedo una ricetta di un gelato fatto in casa, mi viene voglia di precipitarmi a comprare la gelatiera!

    RispondiElimina
  6. Grazie, siete molto gentili!!

    Teresa, io ho una vecchia gelatiera della Philips, si chiama Delizia-Duo. E' di quelle col disco amovibile, cioè bisogna farlo raffreddare in congelatore e poi metterlo nel cestello. Il gelato viene molto bene, ma se ne può fare solo uno per volta, perchè il disco si riscalda e non si può usare 2 volte di seguito. Credo che questa macchina non la facciano più, perchè l'ho cercata su Internet e non l'ho trovata :)

    RispondiElimina
  7. non ho la gelatiera, sto resistendo dal comperarla ma passo nei blog delle amiche a lustrarmi gli occhi, slurp ! Un bacione....

    RispondiElimina
  8. Golosissimo il tuo gelato cara,brava!!!! :-))
    Ne ho appena pubblicato uno anch'io..eheh :-P
    Un bacio a prestoo

    RispondiElimina
  9. leggevo il post e nella testa canticchiavo Pupo...non è possibile!!!!
    Buona serata

    RispondiElimina
  10. Buonissimo, il gelato al cioccolato l'adoro e il tuo è una meraviglia da gustare, brava! Un bacione!

    RispondiElimina
  11. Ne mangerei volentieri una bella ciotola....interessante ricetta.
    Un caro saluto a te.

    RispondiElimina
  12. Mi piace!!!
    Devi esserci assolutamente:
    http://www.cucinaamoremio.com/2013/06/nuovo-concorso.html
    Ciao.
    Dann/www.cucinaamoremio.com

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Pan Brioche di Laura Ravaioli

Questa magnifica ricetta è stata divulgata tanti anni fa dalla Ravaioli sul Gambero Rosso e, devo dire, resta sempre la migliore (a mio parere) per gusto e sofficità!! Per non parlare della facilità di esecuzione...




Il testo che segue è quello che pubblicò Paola Balestrini tanti anni fa su Coquinaria..
      Poi scrivo come procedo io ;))

Pan Brioche di Laura Ravaioli
400gr. di farina 00
100gr. di farina Manitoba
5 uova
60gr. di zucchero
10gr. di sale
20gr. di lievito di birra
25gr. di acqua
250gr. di burro ammorbidito

Sciogliere il lievito con l'acqua tiepida e poi aggiungerlo alle due farine setacciate con il sale e lo zucchero,poi aggiungere le uova e per ultimo un po' per volta il burro tagliato a pezzetti.E' meglio lavorare con un'impastatrice perché l'impasto che ne risulterà è abbastanza appiccicoso e non lavorabile con le mani,ma non preoccupatevi deve essere così. A questo punto lo prendete e lo mettete in una ciotola abbastanza capiente e poi lo coprite con la pel…

Un pane semplice per chi comincia col lievito madre

Come vi ho già detto in questo post, ho deciso di parlare di lievito madre e di come cominciare ad usarlo, perchè mi è stato gentilmente chiesto. Non sono un'esperta, ma lo uso, quindi continuo a dare qualche indicazione su come procedo con le ricette che eseguo io

Intanto comincio col far notare una cosa: molto spesso leggo di gente che dice che nel loro pane c'è un sentore di acidità. Questo può dipendere da molti fattori tecnici (dal LM un po' passato, a una cattiva lievitazione, etc...) che sarebbe complicato stare a spiegare :). In questa sede posso solo dirvi come ho risolto io.
         Quando parlo con mia madre e le chiedo come facevano il pane, lei mi dice che procedevano così: Conservavano circa 150 gr di pasta dopo aver impastato e la tenevano in un mobile. - Mi hanno fatto notare che in questo passaggio sembra che si parli di pasta di riporto. Non è così, tanti anni fa si panificava col lievito madre -

Riso, Carciofi e Patate al forno

Oggi vi presento uno dei piatti tipici della cucina pugliese, una variante, se vogliamo, della Tiella di riso patate e cozze. La foto che vedete vi mostra un residuo di questa preparazione così come si presenta nel piatto!

Riso patate e carciofi al Forno