Passa ai contenuti principali

Il Pandoro che preferisco


Buongiorno a tutti, come va? Io così e così.... L'atmosfera natalizia che ha invas(at)o alcuni blog non mi appartiene per niente. In casa non ho ancora il presepe ed è lontanissima da me la voglia di sfornare biscotti!!! 
           Però ho fatto questo pandoro ad agosto (mi era preso un raptus), avevo le foto belle e pronte, e quindi sono in grado, oggi, di proporvi un post con ricetta annessa :D :D 

Purtroppo non ci sono foto con i passaggi della lavorazione o della struttura dell'impasto, perciò vi prometto che, se lo rifaccio, le aggiungo.


Quella che vi propongo è una ricetta che preparo da molti anni; tra quelle provate, per me, è la più buona di tutte e così non provo nuove ricette di pandoro da molto tempo. A che serve, se si è già soddisfatti?!?!


   In origine questo dolce andava fatto con lievito di birra, ma io l'ho convertito al lievito madre e ho cambiato un po' la ricetta per adattarla allo stampo da chilo. Ho eliminato anche la sfogliatura ;D



Pandoro buonissimo senza sfogliatura
350 gr farina forte (Loconte)+100 farina 0 (o anche tutta farina 0, regolatevi in base alla vostra esperienza)
150 gr lievito madre mooooolo maturo
150 gr di zucchero
 3 uova
 4 tuorli
 3 cucchiai di cognac
semi di vaniglia o zucchero vanigliato
100 gr di burro morbido+200 gr burro per la seconda lievitazione
  • Mettere il lievito madre nell'impastatrice e mescolarlo ai tuorli
  • Aggiungere lo zucchero e le restanti uova e la farina sempre alternandole tra loro
  • Completare col burro inserendolo poco alla volta
  • Mescolare finchè l'impasto sarà bello compatto; se è il caso aggiungete un po' d'acqua per ammorbidirlo. Non troppa, non è un panettone!!
  • Mettere in una ciotola e lasciar lievitare dalle 12 alle 15 ore (quindi la sera potete prepararlo tra le 18.00 e le 19.00)
In questa foto è lievitato pronto per essere messo in forno
  • Al mattino, quando la pasta sarà bella lievitata, rimettetela nell'impastatrice e aggiungete a poco a poco il restante burro. Non vi preoccupate!! Lo assorbirà tutto ;)
  • A questo punto stendete la pasta su un vassoio di acciaio o di plastica e mettetelo in frigo per almeno 2 ore. 
  • Trascorso questo tempo date all'impasto dei giri come per la pasta sfoglia senza alternarli ai passaggi in frigo. Per aiutarvi nella sfogliatura usate zucchero a velo anzichè farina.
  • Arrotolate la pasta a palla e inseritela in uno stampo da chilo ben imburrato
  • Coprire con una busta di plastica e una coperta e lasciar lievitare. Se volete accelerare potete mettere lo stampo in forno a 25° circa e far lievitare. Tenete il forno acceso per 5' e poi spegnete. Ogni ora circa riaccendete il forno per dare calore e sempre per 5' circa
  • Dopo tante ore, quando sarà bello lievitato, infornare a 150° per un'ora circa!


Qui è appena stato sfornato!!!

E qui sotto intero con zucchero a velo



Commenti

  1. Mi sembra fantastico...anche l'idea di farlo ad agosto ehehhehe
    Col lievito madre avrò un profumo indescrivibile!
    Ciao Leo

    RispondiElimina
  2. Giulia, per favore, mi diresti come procedere con il lievito di birra? Quest'anno per me niente pasta madre.... Un bacio e complimenti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pasqua, il lievito di birra ha meno forza del lievito madre, quindi ti conviene fare un primo impasto con 1/3 circa degli ingredienti, far lievitare e completare col resto degli ingredienti... un po' come per il pandoro delle Simili. Di lievito ne metterei 12 gr e poi aggiungerei qualche altro grammo nel secondo impasto, sempre tenendo a mente il pandoro delle Simili. Spero di esserti stata di aiuto :)

      Elimina
    2. Ok, grazie! Ci proverò ! Un bacio

      Elimina
  3. Mi stai ytentando, non ho capito molto bene la sfogliatura con lo zucchero a velo, in pratica non usi il burro, dai le pieghe come per la sfoglia e utilizzi lo zucchero invece della farina?
    se ho capito batti un colpo sulla mia testa dura! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Loredana hai ragione, quella parte non è molto chiara, poi correggo qualcosa. Praticamente il burro lo aggiungo a tocchetti nell'impastatrice o a mano e faccio riposare l'impasto in frigo altrimenti la pasta sarebbe troppo molle. Poi, in effetti, stendo la pasta e faccio i giri come per una sfoglia. Sembra una cazzata, ma secondo me aiuta l'alveolatura ;)

      Elimina
  4. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  5. Ha un aspetto fantastico, devo provarlo!!!

    RispondiElimina
  6. io per quest'anno nn ho voluto osare, ma invidio il tuo, è bellissimo, bacio.

    RispondiElimina
  7. Hai fatto il pandoro ad agosto??? Vedi però che èstato utile!!! Adesso almeno hai potuto condividere la ricetta nonostante la tua mancanza di sprint natalizio!!! Anche io quest'anno ho poca voglia di festeggiare...
    A presto!
    More

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Proprio così Morena... mi sa che per le feste non ci saranno nuovi post :D

      Elimina
  8. Idem! Anch'io mi sento lontanissima dallo spirito natalizio che vedo in giro...mah, speriamo arrivi anche per noi! :)
    Proprio bello il tuo pandoro! Complimenti di cuore!
    Un bacione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ehhh.... mia cara... quest'anno la vedo più dura del solito..

      Elimina
  9. Io non ce la potrò mai fare, ma tu sei bravissima davvero :)

    RispondiElimina
  10. sei stata coraggiosissima per farlo in agosto ma bisogna seguire l'istinto, sei bravissima

    RispondiElimina
  11. Ma che bella faccia che ha... mi stai tentando, tentando molto... ed è anche senza burro di cacao! Lo metto in promemoria, quando finisco di litigare con i panettoni, magari ci provo... grazie!

    RispondiElimina
  12. Immagino che ad agosto sia cresciuto che è un piacere!Ti è venuto uno spettacolo,dai ora addobba la casetta e sforna che sei bravissima!Un baciuzzo tesoro!

    RispondiElimina
  13. E' bellissimo, se mi dovesse avanzare un pò di tempo proverò il tuo pandoro :)

    RispondiElimina
  14. Ahahahaha...e' questo che mi piace di te! Sei sempre controcorrente!
    Sei molto simpatica
    Un abbraccio
    Ilaria

    RispondiElimina
  15. Troppo gentili... non esagerate!!!

    @ Teresa de Masi, sto seguendo giornalmente le tue lotte coi panettoni :DDD

    @Damiana, hai colto nel segno... il bello di fare i lievitati in estate è che crescono che è 'na bellezza :DDD

    RispondiElimina
  16. accipicchia che bel raptus estivo! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  17. beh...anche se fuori stagione ti è venuto perfetto!.ti faccio gli auguri visto che il tempo orami vola e gli impegni son sempre di più!

    RispondiElimina
  18. in cucina le persone in gamba sono quelle che sanno modificare le ricette e adattarle ai loto gusto :-)

    RispondiElimina
  19. ciao Giulia, arrivo al tuo blog dal mio blog e rimango a bocca aperta davanti a cotanta meraviglia. Ho qualche domanda tecnica: non ho lievito madre ne impastatrice. Posso abbandonare l'idea di fare il pandoro? Grazie mille e complimenti

    RispondiElimina
  20. lo farei molto volentiei anzi m'ero promessa di farlo questo anno ma come al solito mi ritrovo con mille cose da fare e sono impreparata non ho la pasta madre (congelata) non ho lo stampo adatto e non ho cosa principale tempo, per cui mi sa che anch'io ad agosto durante le vacanze finalmete potro farlo....Buona Natale Giulia!!!

    RispondiElimina
  21. Mai provato a farlo, il tuo è perfetto, brava!
    Colgo l'occasione e ti lascio i miei auguri di buon Natale e felice anno nuovo.
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
  22. Son ripassata per augurarti Buon Natale! Un abbraccio

    RispondiElimina
  23. Sicuramente avremo modo di farci gli auguri anche in altri modi, ma son passata di qua a lasciarti il mio buon Natale!
    Passa delle buone feste, cara... un abbraccio!

    RispondiElimina
  24. Mia figlia in luglio mi ha chiesto il panettone con le gocce di cioccolato, non ho osato ed ho sbagliato :) sei troppo avanti Giulia!!!!!!
    Splendido ed invitantissimo, bravissima come sempre!!!!
    Con tutto il cuore Buon Natale!!!!!!

    RispondiElimina
  25. Ciao Giulia...quest'anno niente lievitati natalizi nemmeno per me: tempo tiranno. Ora ho una pausa, vorrei provare questa tua ricetta, che mi spaventa meno delle altre. Chissà se ci riuscirò :o)
    Buon Natale e Buone Feste!

    RispondiElimina
  26. Son irresistible lindo panettone...Feliz Navidad llena de alegrìa y paz,abrazos.

    RispondiElimina
  27. Il pandoro ad agosto...lo trovo fantastico, in barba a tutte le convenzioni!! brava Giulia!!
    Buon anno,
    a presto! Elisa

    RispondiElimina
  28. Che bello questo modo di andare controcorrente! E bello anche il risultato! Davvero tanti complimenti e tanti cari auguri per un sereno 2014
    Paola

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Pan Brioche di Laura Ravaioli

Questa magnifica ricetta è stata divulgata tanti anni fa dalla Ravaioli sul Gambero Rosso e, devo dire, resta sempre la migliore (a mio parere) per gusto e sofficità!! Per non parlare della facilità di esecuzione...




Il testo che segue è quello che pubblicò Paola Balestrini tanti anni fa su Coquinaria..
      Poi scrivo come procedo io ;))

Pan Brioche di Laura Ravaioli
400gr. di farina 00
100gr. di farina Manitoba
5 uova
60gr. di zucchero
10gr. di sale
20gr. di lievito di birra
25gr. di acqua
250gr. di burro ammorbidito

Sciogliere il lievito con l'acqua tiepida e poi aggiungerlo alle due farine setacciate con il sale e lo zucchero,poi aggiungere le uova e per ultimo un po' per volta il burro tagliato a pezzetti.E' meglio lavorare con un'impastatrice perché l'impasto che ne risulterà è abbastanza appiccicoso e non lavorabile con le mani,ma non preoccupatevi deve essere così. A questo punto lo prendete e lo mettete in una ciotola abbastanza capiente e poi lo coprite con la pel…

Veneziana?

Ho trovato questa bella ricetta su you tube e ho voluto subito provarla! Fatta circa 2 settimane fa, molto buona, più facile di altri grandi lievitati che hanno un impasto poco gestibile. Ho apportato delle piccole varianti, usando miele al posto dello zucchero e lievito madre, ma resta molto simile all'originale di cui aggiungerò il link a fine post. ora, la mia versione ;)




Veneziana La sera 1°impasto 220 g farina forte (io farina 0)  60 g miele  50 ml acqua  3 tuorli 150 g lievito liquido  60 g burro É un impast semplice, unica accortezza, aggiungere il burro alla fineSe usate pasta madre solida aumentate l'acqua a 90, 100 mlAl posto del lievito madre potete usare una biga fatta nel pomeriggio con lievito di birra

La Colomba mono impasto di Paoletta

Breve post oggi, solo qualche foto, per farvi vedere questa Colomba preparata l'anno scorso.



      La ricetta è di Paoletta diAnice e Cannella, ma non la trovate sul suo blog




      Questa ricetta è infatti stata pubblicata sul gruppo facebook di Paoletta l'anno scorso e ha avuto un grande successo, così come il panettonemono impasto