Passa ai contenuti principali

Temporali e Contadini: Zucche, Patate e Mulini a Vento

Prosegue il nostro viaggio nella terra disastrata dai temporali che avevo cominciato qui.
        Ormai non piove più, ma gli effetti delle piogge si vedranno sulla raccolta




Nella foto qui sopra si vede molto bene com'erano allagati i campi! Piante ammassate e abbattute dall'acqua che, probabilmente, daranno un triste raccolto.




Queste, invece, sono piante di zucchine. La terra si sta asciugando, sale l'umidità... in questo campo non si respira, l'afa e micidiale e soffoca noi e le piante



Una veduta della coltivazione... Tutto sommato ha il suo fascino...



E queste sono le patate. Difficile estrarle dalla terra fangosa, ma ci si riesce...



Eccone alcune: sono intrise d'umido, le ho portate a casa e cucinate... non hanno un gran sapore... l'acqua si sente. Le farò asciugare sperando che migliorino.



Ancora...



 Questa è la madre, quella piantata e che ha messo radici, da cui sono state generate le altre..



E qui una panoramica su ciò che ora caratterizza maggiormente il nostro territorio: la presenza di Mulini a Vento. Spuntano come funghi e non hanno bisogno di acqua. In questa foto sembrano piccoli e indifesi, nonché lontani... Ma sono enormi, rumorosi e ci stanno seppellendo.
          Le energie alternative servono e bisogna incentivarne l'uso, ma per piantare questi cosi non si coltiva più... Fra qualche anno cosa mangeremo?

Non ho le risposte e non volevo fare un post su questo, ma sarebbe meglio cominciare a pensarci.

         Buona giornata a tutti e divertitevi che la vita è bella :DDD

Commenti

  1. Che belle immagini,la natura ci regala cose stupende...spesso l'uomo se ne dimentica..
    Un bacione cara felice week end

    RispondiElimina
  2. Purtroppo stiamo pagando le conseguenze di decenni di inquinamento senza regole, sia in campagna che in città: io ho vissuto gran parte della mia vita senza condizionatori e stavo benissimo, mentre adesso d'estate in città non si respira senza aria condizionata, anche in autobus è diventato impossibile respirare senza refrigerio,e tutto questo non fa che peggiorare un clima diventato pesantissimo, in cui i fenomeni atmosferici sono sempre più violenti, caldo torrido e piogge torrenziali. Purtroppo non credo che le cose miglioreranno, anzi...

    RispondiElimina
  3. La natura non si lascia comandare da nessuno e purtroppo di acqua ne abbiamo avuta in abbondanza.
    Speriamo di fare in tempo a raccogliere ancora qualche cosa di buono.
    Buona settimana
    Mandi

    RispondiElimina
  4. Le pale eoliche sono rumorose? Domenica percorrendo un tratto di autostrada in centro Italia, dopo una galleria mi sono trovata davanti un gigantesco mostro di metallo... m'ha fatto impressione!!! Sempre viste in lontananza, non pensavo fossero così grosse!!!
    La prossima settimana anche noi raccoglieremo le patate, non vedo l'ora!! Sempre bello passare a trovarti!!!
    Un abbraccio!!!!

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Pan Brioche di Laura Ravaioli

Questa magnifica ricetta è stata divulgata tanti anni fa dalla Ravaioli sul Gambero Rosso e, devo dire, resta sempre la migliore (a mio parere) per gusto e sofficità!! Per non parlare della facilità di esecuzione...




Il testo che segue è quello che pubblicò Paola Balestrini tanti anni fa su Coquinaria..
      Poi scrivo come procedo io ;))

Pan Brioche di Laura Ravaioli
400gr. di farina 00
100gr. di farina Manitoba
5 uova
60gr. di zucchero
10gr. di sale
20gr. di lievito di birra
25gr. di acqua
250gr. di burro ammorbidito

Sciogliere il lievito con l'acqua tiepida e poi aggiungerlo alle due farine setacciate con il sale e lo zucchero,poi aggiungere le uova e per ultimo un po' per volta il burro tagliato a pezzetti.E' meglio lavorare con un'impastatrice perché l'impasto che ne risulterà è abbastanza appiccicoso e non lavorabile con le mani,ma non preoccupatevi deve essere così. A questo punto lo prendete e lo mettete in una ciotola abbastanza capiente e poi lo coprite con la pel…

Veneziana?

Ho trovato questa bella ricetta su you tube e ho voluto subito provarla! Fatta circa 2 settimane fa, molto buona, più facile di altri grandi lievitati che hanno un impasto poco gestibile. Ho apportato delle piccole varianti, usando miele al posto dello zucchero e lievito madre, ma resta molto simile all'originale di cui aggiungerò il link a fine post. ora, la mia versione ;)




Veneziana La sera 1°impasto 220 g farina forte (io farina 0)  60 g miele  50 ml acqua  3 tuorli 150 g lievito liquido  60 g burro É un impast semplice, unica accortezza, aggiungere il burro alla fineSe usate pasta madre solida aumentate l'acqua a 90, 100 mlAl posto del lievito madre potete usare una biga fatta nel pomeriggio con lievito di birra

La Colomba mono impasto di Paoletta

Breve post oggi, solo qualche foto, per farvi vedere questa Colomba preparata l'anno scorso.



      La ricetta è di Paoletta diAnice e Cannella, ma non la trovate sul suo blog




      Questa ricetta è infatti stata pubblicata sul gruppo facebook di Paoletta l'anno scorso e ha avuto un grande successo, così come il panettonemono impasto