Passa ai contenuti principali

Cartellate

           Qui in Puglia, per il Natale, non c'é niente di più tipico che avere la tavola imbandita con un bel piatto di cartellate!! Dolce antico e buonissimo che ne richiama, nelle fattezze,  altri di origini orientali e soprattutto, arabi. Non per niente la nostra terra è stata dominata per lungo tempo da questo popolo e, nella cucina e nelle case bianche dei centri storici, ritroviamo il più palese segno della cultura araba.




      Ma veniamo al nostro dolce, difficilotto da fare... perciò spero che le mie foto vi siano utili.

       Intanto preparate un impasto base tipico di molte preparazioni pugliesi. In questo caso ho sostituito una parte d'acqua (diciamo 150 ml) con del whiski. Seguite tutte le indicazioni su come procedere, fate riposare la pasta per almeno mezz'ora e poi cominciate  il lavoro vero e proprio




 Cartellate

  • Se avete una macchina sfogliatrice è meglio (qui in Puglia ce l'abbiamo tutti proprio per le cartellate ;))
  • Ora tagliate la pasta in tanti tocchetti e passateli dalla macchina sfogliatrice più volte, rendendo l'impasto sempre più sottile. Se siete Alessandra Spisni o fate poco impasto potete andare anche di matterello !! ;))
  • Ora tagliate col taglierino a rotella tante strisce della lunghezza che preferite (come vedete nella foto sopra). Non troppo lunghe, eh!!..



  • A questo punto pizzicate le strisce chiudendole in vari punti come si vede nella foto sopra. Non so come spiegare questa operazione, spero che la foto sia sufficientemente chiara.
  • Proseguite fino allo stremo delle forze e finchè la pasta sia finita :)))




         Qui sopra vedete le cartellate pronte insieme ai canestrelli, di cui vi parlerò nel prossimo post ;)
  • Fate riposare i dolci per una notte! Questa operazione è molto importante ai fini della friabilità finale
  • Ora preparate una padella con abbondante olio d'oliva e friggete il tutto!! Non è ammesso altro olio, il gusto ne risente decisamente




        Ed eccole qui le cartellate fritte!!! sono molto buone anche così!!
  • Dopo aver fritto preparate un'altra padella o pentola bassa e metteteci un bel po' di vincotto. La pentola va sul fuoco a fiamma bassa
  • Passate le cartellate nel vincotto e il gioco è fatto!!! 
  • Va bene anche passarle nel miele ;)



         Ed ecco qui cartellate al vincotto e canestrelli al miele per l'Immacolata!!!

Ora sì che le feste di Natale sembrano iniziate!

Commenti

  1. adoro questo tipo di dolci. anche la cucina greca ne ha di molto simili, diciamo pure identici!!! :)
    con il vincotto mai provato ma è intrigante....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si Irene, la nostra cucina é molto simile

      Elimina
  2. Complimenti Giulia! sono bellissime.....

    RispondiElimina
  3. Non ho mai assaggiato le cartellate, ma credo mi piacerebbero molto, hanno un aspetto davvero goloso!!! Le foto sono chiarissime e si capisce bene come farle, grazie Giulia!!!
    Buona serata...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te ely, sei sempre molto gentile :)

      Elimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Pan Brioche di Laura Ravaioli

Questa magnifica ricetta è stata divulgata tanti anni fa dalla Ravaioli sul Gambero Rosso e, devo dire, resta sempre la migliore (a mio parere) per gusto e sofficità!! Per non parlare della facilità di esecuzione...




Il testo che segue è quello che pubblicò Paola Balestrini tanti anni fa su Coquinaria..
      Poi scrivo come procedo io ;))

Pan Brioche di Laura Ravaioli
400gr. di farina 00
100gr. di farina Manitoba
5 uova
60gr. di zucchero
10gr. di sale
20gr. di lievito di birra
25gr. di acqua
250gr. di burro ammorbidito

Sciogliere il lievito con l'acqua tiepida e poi aggiungerlo alle due farine setacciate con il sale e lo zucchero,poi aggiungere le uova e per ultimo un po' per volta il burro tagliato a pezzetti.E' meglio lavorare con un'impastatrice perché l'impasto che ne risulterà è abbastanza appiccicoso e non lavorabile con le mani,ma non preoccupatevi deve essere così. A questo punto lo prendete e lo mettete in una ciotola abbastanza capiente e poi lo coprite con la pel…

Veneziana?

Ho trovato questa bella ricetta su you tube e ho voluto subito provarla! Fatta circa 2 settimane fa, molto buona, più facile di altri grandi lievitati che hanno un impasto poco gestibile. Ho apportato delle piccole varianti, usando miele al posto dello zucchero e lievito madre, ma resta molto simile all'originale di cui aggiungerò il link a fine post. ora, la mia versione ;)




Veneziana La sera 1°impasto 220 g farina forte (io farina 0)  60 g miele  50 ml acqua  3 tuorli 150 g lievito liquido  60 g burro É un impast semplice, unica accortezza, aggiungere il burro alla fineSe usate pasta madre solida aumentate l'acqua a 90, 100 mlAl posto del lievito madre potete usare una biga fatta nel pomeriggio con lievito di birra

La Colomba mono impasto di Paoletta

Breve post oggi, solo qualche foto, per farvi vedere questa Colomba preparata l'anno scorso.



      La ricetta è di Paoletta diAnice e Cannella, ma non la trovate sul suo blog




      Questa ricetta è infatti stata pubblicata sul gruppo facebook di Paoletta l'anno scorso e ha avuto un grande successo, così come il panettonemono impasto