Passa ai contenuti principali

Pan carré alla zucca

Lo ammetto, stavo guardando il blog e per poco non mi veniva il diabete! Le ultime ricette sono tutte dolci... ma come si fa!?!?
Il fatto è che questo inverno non ho postato quasi niente e cucinato ancora meno, giusto un  dolcino ogni tanto per qualche ricorrenza quindi, i dolci che sto pubblicando ora, sono quelli fatti qualche mese fa. Ma questa storia deve finire! I salati stanno arrivando e, anche quello di oggi  in effetti, lo è ;) Solo che, con lamarmellata di arance, sembra un dolce anche lui :D





Quest'anno ho usato la zucca più del solito e ci ho fatto spesso pane e pan brioche. In questa occasione ho preferito un pan carré... volevo evitare burro e uova e vedere se il risultato era accettabile. Ebbene, mi è piaciuto molto, quindi ve lo propongo.
La ricetta è molto simile a quella del pan brioche, solo che ho sostituito burro e uova con latte di soya... ma va bene anche l'acqua... fate voi




Pan Carré alla Zucca
500 g farina 0
250 g zucca cotta al vapore
sale
1 o 2 cucchiai di zucchero
un filo di olio d'oliva
latte di soia o acqua necessari
lievito di birra da 12 grammi in giù o lievito madre o pasta di riporto... scegliete in base a quello che preferite



  • Dopo aver cotto a vapore la zucca, frullatela con l'acqua o il latte di soia necessari
  • Mettete la farina in una ciotola capiente mescolata con lo zucchero e una manciata di sale
  • Fate la fontana e versateci al centro la zucca frullata
  • Aggiungete anche il lievito che avrete scelto, nel mio caso lievito madre, un pugno, o pasta di riporto o poco lievito di birra
  • Cominciate ad impastare, ma non sforzatevi di avere un risultato perfetto, tanto non ci sará. L'impasto è molto appiccicoso e non serve aggiungere farina
  • Fate riposare la pasta per un'ora almeno e arrotolatela. Ora si lavorerá bene e potrete rigirarla.
  • Far riposare in frigo per una notte
  • Al mattino tirate fuori dal frigo e portate a temperatura per 2 ore
  • Arrotolate, mettete nello stampo e fate lievitare coperto con busta di platica
  • Infornate a 150° per 30-45'. Lo so, loso... il tempo e le temperature di cottura sono strane, ma io ho trovato questo compromesso col mio forno...



       Mangiate con quello che preferite, sia dolce, sia salato.

A noi è piaciuto molto, spero anche a voi ;)

Commenti

  1. Mmmh... buono! Interessante la tua marmellata, fatta a quel modo. La cerco
    nel blog. Se non la trovo, ti chiederò come la fai.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si buono! E so che hai trovato la marmellata ;)

      Elimina
  2. Sicuramente buonissimo questo pan carrè, credo anch'io sia perfetto sia con il dolce che con il salato :)
    Buona serata

    RispondiElimina
  3. A me i dolci piacciono molto, tanto è vero che anche il mio blog è ricco di zuccheri :))
    Il pan carrè con la zucca mi piace tantissimo e con la marmellata di arance è ottimo per la colazione.
    Un bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero Daniela.. e che buoni i tuoi dolci!

      Elimina
  4. ma dai sono tutti dolci buoni dove sta il problema sono quelli cattivi e senza sapore che fanno male :-))
    interessnate questa versione di pane alla zucca

    RispondiElimina
  5. Anche ame I dolci piacciono tanto e mi fa sempre piacere vedere ricette dolci.
    Anch;io faccio il pane di zucca,mi piace assai! "Non lesinate con gli insaporitori,le fragile al giorno d'oggi",,,Parole sante!!! Proprio ieri in un negozio vicino a casa c'erano le fragole bianche.Carinissime,per carita',ma assolutamente insapori.A 20 sterline al kg,praticamente un furto! Ciaooo

    RispondiElimina
  6. Ma che bel pane! Prima che finisse la stagione della zucca, ho congelato diversi contenitori di purea, Potrebbe essere l'occasione giusta per tirarne fuori uno e farci un buon pane. Grazie dell'idea.

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Pan Brioche di Laura Ravaioli

Questa magnifica ricetta è stata divulgata tanti anni fa dalla Ravaioli sul Gambero Rosso e, devo dire, resta sempre la migliore (a mio parere) per gusto e sofficità!! Per non parlare della facilità di esecuzione...




Il testo che segue è quello che pubblicò Paola Balestrini tanti anni fa su Coquinaria..
      Poi scrivo come procedo io ;))

Pan Brioche di Laura Ravaioli
400gr. di farina 00
100gr. di farina Manitoba
5 uova
60gr. di zucchero
10gr. di sale
20gr. di lievito di birra
25gr. di acqua
250gr. di burro ammorbidito

Sciogliere il lievito con l'acqua tiepida e poi aggiungerlo alle due farine setacciate con il sale e lo zucchero,poi aggiungere le uova e per ultimo un po' per volta il burro tagliato a pezzetti.E' meglio lavorare con un'impastatrice perché l'impasto che ne risulterà è abbastanza appiccicoso e non lavorabile con le mani,ma non preoccupatevi deve essere così. A questo punto lo prendete e lo mettete in una ciotola abbastanza capiente e poi lo coprite con la pel…

Un pane semplice per chi comincia col lievito madre

Come vi ho già detto in questo post, ho deciso di parlare di lievito madre e di come cominciare ad usarlo, perchè mi è stato gentilmente chiesto. Non sono un'esperta, ma lo uso, quindi continuo a dare qualche indicazione su come procedo con le ricette che eseguo io

Intanto comincio col far notare una cosa: molto spesso leggo di gente che dice che nel loro pane c'è un sentore di acidità. Questo può dipendere da molti fattori tecnici (dal LM un po' passato, a una cattiva lievitazione, etc...) che sarebbe complicato stare a spiegare :). In questa sede posso solo dirvi come ho risolto io.
         Quando parlo con mia madre e le chiedo come facevano il pane, lei mi dice che procedevano così: Conservavano circa 150 gr di pasta dopo aver impastato e la tenevano in un mobile. - Mi hanno fatto notare che in questo passaggio sembra che si parli di pasta di riporto. Non è così, tanti anni fa si panificava col lievito madre -

Riso, Carciofi e Patate al forno

Oggi vi presento uno dei piatti tipici della cucina pugliese, una variante, se vogliamo, della Tiella di riso patate e cozze. La foto che vedete vi mostra un residuo di questa preparazione così come si presenta nel piatto!

Riso patate e carciofi al Forno