giovedì 29 dicembre 2016

Ciao Debbie Reynolds



mercoledì 28 dicembre 2016

Risotto con champignon e 'nduja



         Quest'anno non avevo ancora preparato un risotto, neanche quello alla zucca che ci piace tanto! Poi ieri comprai degli champignon per un'altra preparazione e il pargolo li vede e mi dice che preferisce un risotto! Perché no? Col freddo che fa un bel risotto bollente e cremoso ci sta bene. Se poi lo rendiamo ancora più caldo con la 'nduja, il gioco é fatto ;)




          Non ho la pretesa di dirvi come fare un risotto, ma urge che mi annoti le dosi perché oggi, questo risotto, era perfetto!

domenica 25 dicembre 2016

25 dicembre 2016



       Il pranzo di Natale è finito ormai più di 2 ore fa. Sono a casa tranquilla, sul divano, a vedere la TV. Nessun altro impegno per oggi, solo altra TV e un buon libro.

      Sul canale 22, Iris, oggi trasmettono tutto Hitchcock e io amo i suoi film!!!
E' quasi finito La congiura degli Innocenti e fra poco comincia Nodo alla Gola... davvero un bel programma!







      Ma solo i film non mi bastano... daltronde li ho già visti e posso fare altro in contemporanea ;) Quindi sono attrezzata con un bel libro di Silvia Vegetti Finzi, Il Romanzo della famiglia. L'ho appena cominciato ma si presenta molto bene... la sacralità del rito, l'amore della coppia, il volere della comunità, l'inconscio e la tribù.... Potete trovarlo in questa edizione, oppure fare come me e comprare i libri che sta pubblicando il Corriere della sera nella collana di psicologia. Nessuna pubblicità, solo un suggerimento ;)

        Ecco, mi piace continuare la giornata del Natale così, finirla in tranquillità... e con tranquillità mando un saluto a una persona che non posso contattare e che spero passi ogni tanto da quest blog  per vedere che c'è un augurio anche per lei. Felice serata a tutti.

sabato 24 dicembre 2016

Auguri con Struffoli!



           La ricetta degli struffoli é giá presente su questo blog e la trovate qui. Ma le foto sono sfocate... e poi gli struffoli si fanno ogni anno, quindi meglio documentare gli eventi ;)




       Qui sopra vedete il padellone con 1 kg di miele, buccia di arancia, di limone e canditi di cedro e arancia. Devo ricordarmi di metterci canditi di ciliege rosse e verdi che renderebbero il tutto ancora più colorato!

giovedì 22 dicembre 2016

Panettone mono-impasto di Paoletta senza ricetta




         Quest'anno, su faceboock, una delle ricette più popolari per il Natale é stata quella del panettone monoimpasto che circolava nel gruppo di Anice e Cannella




      Quindi, se volete la ricetta, dovete iscrivervi al gtuppo :)))) 
Noooo... non é cattiveria! Ma tanto di ricette di panettoni e pandori ce ne sono talmente tante e attendibili che di certo saprete dove guardare ;)

Pasta di Arancia o altri agrumi


        Questa ricetta é presente nel video di Alfonso Pepe per fare il panettone che trovate qui. Si tratta, in pratica, di un frullato di frutta e zucchero che vi servirá come aroma per i vostri dolci, in particolare per il panettone ;)




Pasta di arancia
  • Affettate 250 g di arancia con la buccia e mettetela in un pentolino con 125 g di zucchero. Insomma, il rapporto frutta/zucchero e 2 a 1.
  • Fate riposare almeno mezz'ora in modo che il composto faccia un'acquetta
  • Mettete su fuoco e portate a bollore
  • Fate cuocere una mezz'ora, fate intiepidire, frullate e invasate





Qualche nota: a me é stato necessario aggiungere sia zucchero che acqua, perché il composto era troppo spesso e amaro. Gli inconvenienti del biologico del giardino della mamma :))))

A presto!




mercoledì 21 dicembre 2016

Il pranzo di domenica

     Un'idea per un pranzo non troppo complicato adatto a questi giorni




       Qui sopra una panoramica, agnello, pettole e bavarese...


Bavarese alle mandorle di Giuliana



        Vi dico subito che la ricetta é di Giuliana, una vera maestra in cucina e se volete vedere questa bavarese degnamente rappresentata dovete andare qui! Io sono solo una cialtrona in cucina e mi sono limitata a preparare il dolce e a infilarlo in uno stampo qualunque, ma le signore della cucina abbelliscono e invogliano perciò dovete proprio andare a trovare Giuliana :)))




       Inoltre la signira ha talmente spiegato bene la ricetta che non vedo il motivo per cui dovrei cimentarmi anch'io in tale impresa, perciò riportl pedissequamente le sue parole

martedì 20 dicembre 2016

Pettole: variazione sul tema



           Davvero poche parole, oggi, per dirvi come, con i pochi ingredienti che vedete qui sopra, potrete dare una nota salentina alle solite e sempre gradite pettole pugliesi! Ehh... si.. perché i salentini ci aggiungono pomodoro, capperi e olive!

martedì 13 dicembre 2016

Riso libanese con lenticchie di Patty




        Qualche giorno fa su Fb, Dauliana ha decantato le doti e il gusto di questo riso. Era di mio gradimento, cipolla fritta, spezie.... decisi subito che l'avrei fatto, ma altre mi hanno preceduta, é diventato un tormentone ;))))))

         La ricetta viene da Patrizia e lei spiega il procedimento pedissequamente. Se in casa avete tutto, é una preparazione molto semplice e molto buona da preparare. 




Ingredienti per 4 persone
4 cipolle dorate affettate finemente
50 g di farina 00
200 g di lenticchie di Castelluccio
olio extravergine qb
1 cucchiaino di semi di cumino
1 cucchiaino di semi di coriandolo
1/2 cucchiaino di curcuma
1 cucchiaino e mezzo di cannella

giovedì 8 dicembre 2016

Panettone di Alfonso Pepe





        Questo é un promemoria. Devo fare assolutamente questo panettone. Nel video gli ingredienti sono per panettone da 1 kg, sono spiegati molti trucchi e c'é la ricetta per la pasta di agrumi!


         Intanto oggi ho sfornato questi :)))




    Ora sono a testa in giù!


lunedì 5 dicembre 2016

Strudel di Mele




         Era un bel po' di tempo che non facevo lo strudel di mele... ne avevo proprio voglia! E poi ultimamente su fb gira un video di qualche pasticceria germanica che davveeo invoflia a mangiarlo! Per non parlare del fatto che mi piace moltissimo e che ho molte mele ottime da consumare... ergo, dovevo farlo per forza :)))




          Nonostante ci siano in giro alcune ricette per la pasta che vorrei provare, ho preferito andare sul sicuro e fare la ricetta che cominxiai a fare da ragazzina quando, dopo aver assaggiato questo dolce, mi resi conto che era meraviglioso e che andava peovato al più presto!

          La ricetta proviene da un inserto di famiglia cristiana di almeno 30 anni fa. Mia nonna era abbonata a quel giornale e io strappavo sempre le pagine dedicate alla cucina :)))




Strudel di Mele

Per la pasta
250 g farina
  1 uovo
1/2cucchiaio di zucchero
Pizzico di sale
 50 g burro fuso
Acqua necessaria

domenica 4 dicembre 2016

Brioche di Natale con datteri e...



       
           Piccolo post oggi per dirvi che finalmente, anch'io, ho fatto la brioche di Natale di Paoletta. E meno male per come é andata!... perché stavo per fare un pasticcio!

            Copio la ricetta di Paoletta con le mie modifiche e vi racconto il mancato spatascio



mercoledì 30 novembre 2016

Mele Cotogne al forno squisitissime!




          Quanto è divertente girovagare sul blog di Stefano Arturi? Ebbene qualche giorno fa, in una delle mie incursioni, mi imbatto in questo post... Il nostro amico dice che vuole riscoprire il sapore puro delle cotogne, quindi le cuoce per poco tempo e con poco zucchero, ma fa riferimento a un altro metodo dove questo magnifico frutto andrebbe cotto per una notte intera fino a diventare color vinaccia!!!!

         Ovviamente io sono stata incuriosita da questo secondo metodo :D
Rispetto alle sue indicazioni ho proceduto diversamente, poichè io non ho un ristorante e non posso tenere il forno acceso durante la notte, quindi vi dico come ho fatto io





  • Ho preso 5 mele cotogne abbastanza grandi e le ho fatte cuocere per circa mezz'ora. Infilandoci uno stecco di legno erano piuttosto morbide
  • Le ho fatte intiepidire nella loro acqua e ho tagliato ogni frutto in 6 parti senza togliere il torsolo

domenica 27 novembre 2016

Miele di Mele



       Ho un'amica che adoro!!!! E' la mia spacciatrice di prodotti agricoli squisiti :)))
Se in estate ci rifornisce di pesche e percoche, ora è il tempo dei mandarini, delle cime di rapa, dei cavoli e, soprattutto, delle sue buonissime mele!!

       Ed è stata proprio lei a suggerirmi che con le mele ci si poteva fare il miele... diciamo così... o meglio una specie di vincotto, ma con le mele anzichè coi fichi.




Vi racconto come si fa e poi scrivo qualche considerazione

Miele di Mele
  • Lavare per bene le mele e tagliarle in quarti
  • Scartare solo qualche pezzo che non va, ma tenete buccia e torsolo

sabato 26 novembre 2016

Pesche Sciroppate 2

           In questo blog é giá presente una ricetta di frutta sciroppata (quindi anche pesche) e la trovate qui. Ma in quella versione si prepara uno sciroppo e si copre con quello la frutta, poi si procede alla sterilizzazione dei barattoli. 

         Questa versione é più semplice e, non avendo lo sciroppo, la frutta può essere usata per svariati usi in cucina




  • Si pulisce la frutta e simette nei boccacci. Riempirli bene
  • Si copre con 2, 3 cucchiai di zucchero
  • Si chiudono i barattoli e si sterilizza facendo bollire per 30 minuti circa. Raffreddare in acqua
        Avrei dovuto pubblicare questa ricetta tempo fa, a fine estate, ma avevo sempre cose nuove da proporre e rimandavo. Se vi piace tenetela presente per i prossimi anni ;) o usatela con la frutta di questo periodo tipo mele o pere!

           A presto!


martedì 22 novembre 2016

Oggi Santa Cecilia quindi... Pettole!




          A Taranto, il giorno di santa Cecilia, oggi, comincia il Natale. Qui a Castellaneta, nonostante sia provincia di Taranto, seguiamo le consuetudini dei baresi :)))))) e il tutto é spostato a 
S. Nicola, il 6 dicembre. Ma negli ultimi anni, lo sappiamo, si è sviluppata questa singolare tendenza ad anticipare di molti giorni le festivitá e così, visto che anche le tradizioni sono dalla nostra parte, perché non cominciare un po' prima i festeggiamenti?


domenica 20 novembre 2016

Veneziana?




        Ho trovato questa bella ricetta su you tube e ho voluto subito provarla! Fatta circa 2 settimane fa, molto buona, più facile di altri grandi lievitati che hanno un impasto poco gestibile. Ho apportato delle piccole varianti, usando miele al posto dello zucchero e lievito madre, ma resta molto simile all'originale di cui aggiungerò il link a fine post. ora, la mia versione ;)




Veneziana
La sera
1°impasto
220 g farina forte (io farina 0)
 60 g miele
 50 ml acqua
 3 tuorli
150 g lievito liquido
 60 g burro
  • É un impast semplice, unica accortezza, aggiungere il burro alla fine
  • Se usate pasta madre solida aumentate l'acqua a 90, 100 ml
  • Al posto del lievito madre potete usare una biga fatta nel pomeriggio con lievito di birra


domenica 13 novembre 2016

Torta di Mele Zvetajevsky di Giulia Nekorkina

        Avevo adocchiato questa meravigliosa torta di Giulia Nekorkina diversi anni fa e me ne ero innamorata! Intanto era molto bella a vedersi (non la mia eh! che notoriamente e per principio faccio foto brutte ;) ma la sua, davvero spettacolare! Poi c'erano ingredienti che mi piacciono sempre tanto, la panna acida alla base della crema..... insomma, tutto di mio gradimento! Ma non l'avevo an ora mai fatta finché, qualche giorno fa, complici delle mele saporitissime, mi sono cimentata :)))

          É anche piuttosto facile da preparare, quindi non avete scuse ;)




           Copio da lei, che é così chiara nelle spiegazioni, poi qualche mia considerazione


Torta di mele "Zvetajevsky"

per la base:
1 1/2 tazze di farina
1/2 tazza di smetana * (ovvero panna acida)
1/2 tazza di zucchero
150 g di burro sciolto
1 cucchiaino di lievito per i dolci

per la crema:
1 uovo
1 tazza di smetana*
1/2 tazza di zucchero
2 cucchiai di farina

1 kg di mele tipo renette

- mescolare tutti gli ingredienti per l'impastoche deve risultare morbido e per niente appiccicoso.
- il fondo dello stampo del diametro 26-28 cm coprire con la carta da forno e imburrare le pareti. Stendervi l'impasto con le mani.
- sbucciare le mele, togliere i torsoli e tagliare a fettine sottili.
- sistemarle tutte sull'impasto (non vi preoccupate, le mele non sono troppe e si possono essere adagiate anche in doppia fila)
- mescolare tutti gli ingredienti per la crema e versarla tutta uniformemente sulle mele.
- infornare a 200° per 50-60 minuti
- servire tiepida o fredda.


* significa una cosa: la smetana può essere sostituita con lo yogurt intero alla vaniglia che secondo me è molto meglio. Lo dico con certezza dopo aver provato tutte due le versioni.




Note
1. Non ho usato le renette, ma delle mele locali molto molto buone e croccanti
2. Si fa con la panna acida, Giulia suggerisce lo yogurt alla vaniglia... io ho usato uno yogurt normale fatto scolare. Il risultato mi é piaciuto molto, é davvero un ottimo dolce
3. Siccome le mele che avevo mi sembravano un po' acerbe, le ho tagliate a pezzi piccoli in modo che si insaporissero meglio, ma la torta é più bella se fate come Giulia, cioé lasciando le fette intere ;)

          Bene, mi sembra di aver detto tutto!

Alla prossima :))))

domenica 23 ottobre 2016

Il primo pane alla zucca e le ultime melanzane




       Fatti l'altro giorno.... alla fin fine poco impegno...
É vero, il pane ha tempi lunghi, ma alla fine il lavoro é poco!




Questi involtini di melanzane sono molto semplici
  • Tagliate a fette le melanzane e se sono amare, mettetele sotto sale, altrimenti cuocete direttamente
  • In teglia con olio, sale e pepe e cuocere circa 15'
  • Fare gli involtini con una fetta di melanzana, prosciutto cotto o altro salume e un po'di mozzarella
  • Allineare in una teglia, coprire di sugo e parmigiano grattugiato e infornare per circa mezz'ora





       Il pane é sempre il solito, e cioé questo ;)

Buona serata e alla prossima!

Oggi dovrei finirlo....




      Ebbene si, a periodi ricamo... questo duetto l'ho prodotto in poco tempo, stranamente :))))

       Incrociate le dita che oggi forse finisco, al massimo domani ;)

Buona Domenica a tutti!

mercoledì 19 ottobre 2016

Un pranzo alternativo

       Se c'é una cosa che mi sconfinfera é andare al supermercato e sentire le signore che parlano di cosa cucineranno per il pranzo! "No sai... io oggi pranzo leggero... per primo pasta e sugo, poi per secondo mozzarelle.." "io l'altro giorno salmone alla griglia... tanto per primo gnocchi e gorgonzola"!!

        A parte la mania di dover cucinare leggero, che poi leggero non é, mi diverte molto il fatto che la media degli italiani sia ancora così attaccata al concetto di primo e secondo




         Ecco dunque il mio pranzo di qualche giorno fa




  • Crostoni di pane per non farci mancare i carboidrati ;))) che dite? Fanno ingrassare...? Ahhh... si? Ehhhhh.... ma in questa casa ci muoviamo tanto!
Buona giornata e alla prossima!


martedì 18 ottobre 2016

Crema di Carote piccante

 
      Ho preparato questa crema l'altro giorno insieme al puré di melanzane per un pranzo non convenzionale. Mi è piaciuta molto, e viene anch'essa dal sacro testo di Claudia Roden sulla cucina mediorientale.

            Provare per credere!




Crema di Carote piccante
500 g di catote lessate, io le ho cotte al vapore
1/2cucchiaino di harissa, o più, o peperoncino
1-2 cucchiaini di cumino in polvere
1/2 cucchiaino di zenzero in polvere
 3 cucchiai di aceto
 4 cucchiai di olio
 2 spicchi di aglio tritati
Sale, pepe

  • Frullare, nel mixer le carote e mischiare tutti gli altri ingredienti
  • Decorare con olive, io non ce le ho messe
Facile, no?

lunedì 17 ottobre 2016

Puré di Melanzane

       Un po' meno complicata del baba ghanoush, altrettanto buono! Sempre dal libro di Claudia Roden, La cucina del Medioriente e del Nordafrica.

         Armatevi de crostini... ;)




Puré di Melanzane
3 melanzane grandi arrostite al forno, sul gas o su forno a legna
3 cucchiai di olio d'oliva
2, 3 cucchiai di prezzemolo reitato
1, 2 spicchi d'aglio tritati
Succo di 1 limone
Sale, pepe
  • Si tratta semplicemente di prendere la polpa dalle melanzane arrostite, togliere i semi e mischiare a tutti gli altri ingredienti
  • Decorare con abbondante prezzemolo, che non avevo, e olive

        Buona giornata a tutti!


venerdì 14 ottobre 2016

Falle

       Le falle sono una tipica preparazione pugliese, dolci rustici ripieni di marmellata. A me piacciono molto se sono ben cotti!! Ma proprio cotti! La pasta scrocchia e la marmellata si caramella e si attacca ai denti :)))))))))))... bé, a me piacciono così ;)

        Quelle che vedete le ha fatte mia madre e io, appena le ho portate a casa, le ho rimesse in forno per averle più croccanti. Per tradizione si dovrebbero farcire con marmellata di uva e di mele cotogne, ma ormai si usa quello che c'é in casa




Falle
  • Preparate questa pasta che fungerá da involucro
  • Per tempo vi sarete organizzati a schiacciare noci e pulire mandorle, insomma, la frutta secca che avete a disposizione, che mescolerete con le marmellate che avete a disposizione. Per me non deve mancare quella di arance. Completate con buccia di agrumi grattugiata. C'é chi ci mette cacao o cioccolato.... per me non serve, il ripieno fuoriesce e poi ormai il ciocco lo si mette dappertutto, potremmo pur farne a meno qualche volta ;)
  • Stendere la pasta col mattarello o con qualche macchinetta (leggi nonna papera), fare delle strisce e metterci dei mucchietti di ripieno. Chiudere e tagliare con la rotella
  • Infornare ai soliti 180° fino a doratura. Ma anche 200° va bene



      
        Ecco qui le falle nel loro bel boccaccio di vetro!
Sapete? Una volta qui sul blog mi hanno corretta, dicendo che boccaccio non é italiano e che si dovebbe dire barattolo 0_o

       Ehhhh.... miei cari! Ma io sono pugliese e rilancio con la buatta! Ciao a tutti accademici della crusca ;))

lunedì 10 ottobre 2016

Torta di Papa Pio II

      Qualche tempo fa Artemisia ha pubblicato questa magnifica torta... vi consiglio di andare a vederla, è molto bella ;))) Io sono rimasta incantata dalle immagini e non mi sono soffermata a leggere la ricetta visto che lei scriveva che la si può trovare nel libro di Lydia Capasso e Giovanna Esposito, Gli Aristopiatti ;) Il libro ce l'ho e dopo qualche giorno l'ho preparata anch'io, Ma Artemisia è piena di fantasia e quella versione era molto diversa dalla ricetta data da Giovanna e Lydia nel libro :DDD E va bè, toccherà provare anche quella!!




Torta di Papa Pio II

Per la Frolla
400 g farina
200 g burro
 90 g zucchero (io ho usato metà zucchero bruno)
  2 uova
pizzico di sale

  • Impastare, schiacciare il panetto e tenere una mezz'ora in frigo
  • Rivestire con 2/3 della pasta uno stampo con cerchio amovibile da 24 o 26  cm di diametro rivestito di carta forno
  • Riempire con la farcia
  • Ricoprire con l'altra pasta, bucherellare e infornare ai soliti 180°




Per la Farcia
400 g di ricotta
120 g pecorino grattugiato
100 g di noci tritate grossolanamente
 1 pera a cubetti
latte necessario ad ottenere una crema

Mia piccola variante: Non avevo pere, ma mele acidule, così ne ho grattugiata una ai fori grossi e l'ho ricoperta con un cucchiaio di miele




    Buona, bella e vintage!! Piaciuta molto!

Qui un'altra versione di Artemisia. Alla prossima!

domenica 9 ottobre 2016

Puccia del sabato sera




         Eccola qui, la fa la pizzeria sotto casa... con lo stesso impasto della pizza, una puccia gigantesca! Siamo in Puglia, no!

        Le farcisce in modi diversi. Questa, con salsiccia, salame piccante, salse, insalata, pomodoro... somiglia molto al kebab, ma più... naturale, oserei dire, più che salutare :))))))




    Eccola sezionata. Buonissima!!

Sabato sera in casa, ma in allegria ;)) Buona Domenica a tutti!

sabato 8 ottobre 2016

Riviste

       Oggi ho voglia di pettegolare, di fare 4 chiacchiere tra amiche, di sfogliare giornali e godermeli... così, sfogliando sfogliando, mi è venuta voglia di parlarvi di un paio di riviste che mi piacciono molto.



       La prima rivista di cui vi parlo é A Tavola, al momento il mensile di cucina che mi piace di più. Il numero di ottobre è particolarmente felice visto che ricorre il trentennale del giornale e ci sono servizi ad ok :))) Dateci un'occhiata!




         La seconda rivista è Confidenze, giornale storico e molto bello. Trovo che le storie narrate siano molto interessanti, gli autori attenti ai particolari e il garbo fuori del comune. Molto ben curata la sezione Cucina... questa settimana si parla di zucca! Ricette interessanti, dolci e salate.

        Alla prossima!

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...