Passa ai contenuti principali

Scorzette di arancia candite, metodo veloce

          Normalmente, per fare cedri o arance candite, uso questa ricetta. Se ho voglia di mangiarli, preferisco usare questa...

         È successo che a Natale, per il panettone, ero rimasta senza canditi e, siccome avevo questa ricetta da provare, ho pensato che fosse il momento giusto ;))

         Si fa in poche ore. Le mie considerazioni alla fine del post.






Scorzette candite
  • Prendete delle arance biologiche, lavatele per bene, asciugatele e ricavatene la scorza
  • Tagliate la scorza a listarelle sottili
  • Fate bollire 5' per 3 volte, partendo da acqua fredda



  • Fate uno sciroppo con pari peso di acqua e zucchero che, a loro volta, devono avere lo stesso peso delle bucce di arancia
  • Portate a bollore e tuffateci le scorzette
  •  Cuocere a fiamma media finchè le bucce saranno asciutte




    Qui sono quasi pronte. 




     Qui asciugano ben distaccate su carta forno




Considerazioni
         Questi canditi sono molto buoni soprattutto da mangiare così, per sfizio. Infatti, nonostante siano tagliate sottili, la parte centrale non candisce del tutto. Questo non le rende meno buone, anzi, da mangiare come stuzzichino sono anche meglio, meno dolciastre, ma come candito da inserire nei dolci, a mio parere, non vanno troppo bene.

         Trovo però il metodo molto valido e penso che, se si prolungasse la canditura di 1 o 2 giorni, cioè lasciandole nello sciroppo per quel tempo, il risultato sarebbe ottimo, proprio perchè tagliate così sottili.


     Alla prossima!

Commenti

  1. Non vale! Un metodo breve, e io ho usato uno lunghissimo...( ma quanto sono buone! )...E non ho più bucce !

    RispondiElimina
  2. questo interessa molto anche a me!! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Pan Brioche di Laura Ravaioli

Questa magnifica ricetta è stata divulgata tanti anni fa dalla Ravaioli sul Gambero Rosso e, devo dire, resta sempre la migliore (a mio parere) per gusto e sofficità!! Per non parlare della facilità di esecuzione...




Il testo che segue è quello che pubblicò Paola Balestrini tanti anni fa su Coquinaria..
      Poi scrivo come procedo io ;))

Pan Brioche di Laura Ravaioli
400gr. di farina 00
100gr. di farina Manitoba
5 uova
60gr. di zucchero
10gr. di sale
20gr. di lievito di birra
25gr. di acqua
250gr. di burro ammorbidito

Sciogliere il lievito con l'acqua tiepida e poi aggiungerlo alle due farine setacciate con il sale e lo zucchero,poi aggiungere le uova e per ultimo un po' per volta il burro tagliato a pezzetti.E' meglio lavorare con un'impastatrice perché l'impasto che ne risulterà è abbastanza appiccicoso e non lavorabile con le mani,ma non preoccupatevi deve essere così. A questo punto lo prendete e lo mettete in una ciotola abbastanza capiente e poi lo coprite con la pel…

Schiacciata fiorentina di Pellegrino Artusi

La ricetta che vi propongo oggi è una delle mie preferite!!!

Se usate regolarmente il lievito madre, questo dolce vi permetterà di smaltirne una buona quantità in un colpo solo e di ottenere, allo stesso tempo, un dolce molto buono e delicato :))




    Vi anticipo subito, però, che non vi è concesso fare i furbi!!!
 Se andate a controllare la ricetta 596 dell'Artusi, quella da cui sono partita per questo dolce, vi accorgerete subito che ci vogliono 650 g di Lievito (quindi lievito madre rinfrescato o pasta da pane) a cui vanno aggiunti gli altri ingredienti (uova, burro, zucchero...) per ottenere il dolce. Ebbene, non vi fidate. Usare solo lievito madre, o avanzi vari non va bene, avrete una pasta acida, in alcuni casi poco, in altri un po' troppo.

         Consiglio quindi 2 soluzioni
Per chi non usa lievito madre va benissimo partire da pasta da pane fatta con lievito di birraOppure seguire le variazioni che ho apportato io ;)))

Riso, Carciofi e Patate al forno

Oggi vi presento uno dei piatti tipici della cucina pugliese, una variante, se vogliamo, della Tiella di riso patate e cozze. La foto che vedete vi mostra un residuo di questa preparazione così come si presenta nel piatto!

Riso patate e carciofi al Forno