giovedì 31 marzo 2016

Basbousa

         Avevo fatto solo una volta questo dolce quadrettato e non mi era piaciuto particolarmente: buono, ma niente di che. Eppure intuivo che si trattava di un problema di ricetta perchè le premesse c'erano tutte per avere una prelibatezza. E difatti l'ho voluto riprovare con una ricetta di Claudia Roden! Nessuna più di lei è affidabile per le ricette mediorientali ;)





          Ecco dunque la ricetta di un dolce semplice da realizzare e al tempo stesso buono, profumato, sciropposo e mandorloso (ho esagerato con gli aggettivi, ehhh? :))))

Basbousa bil laban zabadi, con yogurt di Claudia Roden

Sciroppo
1,5 tazze di zucchero
1/2 tazza di acqua
Succo di mezzo limone

  • Cuocere e fare uno sciroppo denso. Io ho aggiunto un pezzetto di zenzero e buccia di limone, ho fatto bene.
Per il dolce
1,5 tazze di semolino
125 g di burro +125 g di burro
1/2 tazza di mandorle spellate, tostate e tritate
1,5 dl di yogurt
  1 tazza di zucchero
  1 cucchiaino lievito per dolci
Aroma vaniglia
  • Mescolate bene lo yogurt con lo zucchero e aggiungete solo 125 g di burro fuso e gli altri ingredienti
  • Versare il composto abbastanza denso in una teglia rettangolare imburrata e cuocere a 190° per 30'. Io ho tenuto il forno più basso
  • Irrorate il dolce con lo sciroppo e tagliate a losanghe
  • Mettete in forno altri 3'
  • Servitelo versandovi gli altri 125 g di burro fuso e molto caldo e servendo il dolce con mascarpone e panna montata densa
          Io ho omesso gli ultimi 125 g di burro per dimenticanza, ma non me ne dispiace, era buono lo stesso ;)





      Consiglio caldamente di provare questo dolce, è molto buono e profuma di primavera.

martedì 22 marzo 2016

Dai vostri Blog: Pasqua Pugliese

        Per chi passa ogni tanto da questo blog, ormai è chiaro che la voglia di scrivere è poca. A dire il vero è molto minore la voglia di cucinare e quindi il blog non viene aggiornato.
     
        Stamattina stavo facendo un giro su qualche blog e mi sono imbattuta in alcune ricette tipiche della Puglia che vale la pena tenere a mente.

        Ve le segnalo, partendo da una ricetta salata che troverete in questo blog e che scandisce la giornata del giovedì santo, IL...

CALZONE DI SPONSALI


ho tolto la foto perchè creava problemi..


TARALLI GLASSATI si trovano da tutti i fornai, non gli ho mai fatti, ma devo dire che Stefania mi fa venire una gran voglia di provarli. Io li preferisco senza glassa ;)














SCARCELLE. Questa ricetta è di Ornella, un nome una garanzia. Dolci bellissimi!!














TSOUREKI. E' questo un dolce greco, non certo pugliese, ma siccome trovo che nella cucina greca ci siano parecchie assonanze con quella pugliese (se non altro per gli ingredienti usati), mi piace inserire questa ricetta in questo post. Dal blog di Irene ;)











      Bene, ora vi lascio!!!

Prometto che nel prossimo post ci saranno ricette nuove ;))

giovedì 17 marzo 2016

Dai vostri Blog: Pasqua 2

       Ormai è chiaro che non ho voglia di scrivere.... a dire il vero avrei un paio di ricette interessanti da pubblicare, ma non riguardano la Pasqua e nessuno se ne interesserebbe. Quindi rimando di scrivere di me e vi consiglio anche oggi qualche link interessante ;D


La meravigliosa Pizza Pasqualina di Artemisia! Non la farò mai (troppo difficile), ma è bene ricordarsi che esiste :D











martedì 15 marzo 2016

Dai vostri blog: Pasqua

       Era tanto tempo che mi frullava per la testa l'idea di salvare le ricette interessanti degli altri siti sul mio blog, ma come? Ri-condividere su Facebook o Pinterest non serve a molto! Raramente infatti torno a rivedere le cose che ho salvato e spesso dimentico link interessanti.


      Ho così deciso di salvare ciò che mi interessa, sul blog e, siccome siamo in periodo pasquale, le ricette di oggi saranno tipiche di questa festa. Non sono molte, solo alcune per ora, quelle che spero di provare in questi giorni, prima che cadano nel dimenticatoio.

     Quindi eccole:

CASATIELLO 1 di Maria Romano



bello vero?

martedì 8 marzo 2016

Pan d'Arancio

 


    Ho visto questa ricetta su facebook, l'ha proposta Letizia Bruno. Mi è piaciuta, mi è piaciuto il colore del dolce e l'ho rifatta. Decisamente soddisfatta!




         Ho modificato poche cose, soprattutto perchè ho usato olio d'oliva e non volevo che si sentisse troppo. Vi propongo quindi la versione originale e tra parentesi le mie modifiche




Pan d'Arancio
1 arancia intera preferibilmente con buccia sottile ( o due mandarini)
300 g di farina
250 g di zucchero (200 g)
100 ml di latte (130 ml latte)
100 g di olio di semi (70 ml olio d'oliva)
Vaniglia
Una bustina di lievito per dolci
3 uova intere
  • Ho bucherellato l'arancia e l'ho tenuta in acqua per una notte. Non era previsto dalla ricetta, ma ho preferito fare così per ammorbidirla e togliere l'amaro. Ho potuto quindi diminuire lo zucchero
  • Frullare l'arancia fatta e pezzi con l'olio e il latte
  • Montare le uova con lo zucchero, aggiungere farina e lievito setacciando e la purea di arance
  • Versare il composto in uno stampo imburrato e infarinato e cuocere a 150 ° per 45' circa
  • Come al solito col forno vi dovete regolare a modo vostro, per il mio, i soliti 180 °sono troppi
  • Raffreddare, sformare e cospargere di zucchero a velo



         Ho detto altre volte che non amo particolarmente ciambelle e similari e con questo dolcenon ho cambiato idea. Ma devo dire che è piaciuto molto ed essendo molto profumato è stayo davvero gradito ;))




       Buona giornata, dunque e alla prossima !

sabato 5 marzo 2016

Mandarini sciroppati

 


     Conoscete il blog di Maria Romano?
   
                   Nooooooo?!?!

       Ebbene dovete subito rimediare. Lei è molto brava, consigliatissima da seguire per le tradizioni culinarie partenopee e per preparazioni particolari come questi mandarini.



      La ricetta di questa prelibatezza è qui. Ve la ripropongo in doppia dose e la salvo per la troppa bontà ;)

Mandarini sciroppati
 1 kg di mandarini biologici, ben lavati
 1 l di acqua
700 g di zucchero

  • Mettere i mandarini in una pentola con acqua fredda
  • Porre sul fuoco e portare a bollore
  • Far cuocere 15/20'
  • Scolare e punzecchiare per bene i frutti con uno stuzzicadenti


  • Fare uno sciroppo con l'acqua e lo zucchero e tuffarci dentro i manderini. Nella pentola devono starci comodi, non uno sopra l'altro
  • Cuocere per circa 2 ore, devono diventare traslucidi e lasciare nello sciroppo per 24 ore


  • Passate le 24 ore portare di nuovo a bollore lo sciroppo con i frutti e cuocere qualche minuto
  • Ripetere questa operazione per 6 o 7 giorni, dopo di che invasare i frutti insieme al loro sciroppo



      Belli vero?
Prossimamente qualche suggerimento su come usarli ;) 

  Buona domenica!

venerdì 4 marzo 2016

Strutto fatto in casa





         Anni fa avevo letto da qualche parte come farlo, ma non mi ero mai cimentata. Poi ho visto questo post di Daniela e mi è tornata la voglia. Non uso molto lo strutto, ma per alcune preparazioni è indispensabile! Nei lievitati dà sofficità, nelle frolle friabilità.... Dove è previsto burro sostituite una parte con strutto, il risultato sarà migliore ;)

martedì 1 marzo 2016

Un impasto per vari usi

        Qualche giorno fa mi è venuta voglia di panzerotti al forno e stavo per preparare un impasto molto buono, ma semi/dolce, con semola, burro e latte. Poi ho pensato che, per soli 6 panzerotti, non era il caso di preparare una pasta che, avanzandomi, non avrei saputo come usare, perciò ho deciso di produrne una dalla consistenza soffice ma più rustica e versatile. Eh già, perchè avevo già deciso di farci anche il pane, quindi burro e uova non ci stavano bene




Ecco cosa è venuto fuori

E dell'Oscar a Morricone ne vogliamo parlare?

       Che altro aggiungere?
Un vanto della nostra piccola e decadente Italia.

       Un grande maestro






Croissant

Croissants pronti sul tagliere Non facevo croissants davvero da molto tempo!! Credo di averne fatti in continuazione quando ancora n...

Post popolari della settimana