giovedì 31 marzo 2016

Basbousa

         Avevo fatto solo una volta questo dolce quadrettato e non mi era piaciuto particolarmente: buono, ma niente di che. Eppure intuivo che si trattava di un problema di ricetta perchè le premesse c'erano tutte per avere una prelibatezza. E difatti l'ho voluto riprovare con una ricetta di Claudia Roden! Nessuna più di lei è affidabile per le ricette mediorientali ;)





          Ecco dunque la ricetta di un dolce semplice da realizzare e al tempo stesso buono, profumato, sciropposo e mandorloso (ho esagerato con gli aggettivi, ehhh? :))))


Basbousa bil laban zabadi, con yogurt di Claudia Roden

Sciroppo
1,5 tazze di zucchero
1/2 tazza di acqua
Succo di mezzo limone

  • Cuocere e fare uno sciroppo denso. Io ho aggiunto un pezzetto di zenzero e buccia di limone, ho fatto bene.
Per il dolce
1,5 tazze di semolino
125 g di burro +125 g di burro
1/2 tazza di mandorle spellate, tostate e tritate
1,5 dl di yogurt
  1 tazza di zucchero
  1 cucchiaino lievito per dolci
Aroma vaniglia
  • Mescolate bene lo yogurt con lo zucchero e aggiungete solo 125 g di burro fuso e gli altri ingredienti
  • Versare il composto abbastanza denso in una teglia rettangolare imburrata e cuocere a 190° per 30'. Io ho tenuto il forno più basso
  • Irrorate il dolce con lo sciroppo e tagliate a losanghe
  • Mettete in forno altri 3'
  • Servitelo versandovi gli altri 125 g di burro fuso e molto caldo e servendo il dolce con mascarpone e panna montata densa
          Io ho omesso gli ultimi 125 g di burro per dimenticanza, ma non me ne dispiace, era buono lo stesso ;)





      Consiglio caldamente di provare questo dolce, è molto buono e profuma di primavera.

5 commenti:

  1. Un dolce golosissimo, da rifare, grazie Giulia!!!!

    RispondiElimina
  2. ! coincidenza... prima che arrivassi qui per il solito giro di ricognizione blog, avevo proprio messo (ieri) questa torta nella mia lista TO DO. grazie per avermi ricordato la Roden. ora confronto la sua versione con quella sicuramente più ricca di Ottolenghi... pensavo anche di sperimentare con fioretto farina gialla... sto partendo con nuovo business dolci & salati e sono in fase sperimentazione. ciao G. , Stefano
    ps: volevi dire che hai omesso il burro finale, vero?

    RispondiElimina
  3. Si Stefano, grazie per aver notato, ho omesso, infatti ;)
    Prova prova che ti tengo d'occhio! Direi che se provi con farina fioretto devi aumentare i liquidi, visto che quella ne assorbe di più. Io per ora sto meditando di usare semola rimacinata piuttosto che semolino, ti dirò

    RispondiElimina
  4. da provare e ...il nome di questo dolce e` meraviglioso
    Francesca

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...