Passa ai contenuti principali

Bavarese alle mandorle di Giuliana



        Vi dico subito che la ricetta é di Giuliana, una vera maestra in cucina e se volete vedere questa bavarese degnamente rappresentata dovete andare qui! Io sono solo una cialtrona in cucina e mi sono limitata a preparare il dolce e a infilarlo in uno stampo qualunque, ma le signore della cucina abbelliscono e invogliano perciò dovete proprio andare a trovare Giuliana :)))




       Inoltre la signira ha talmente spiegato bene la ricetta che non vedo il motivo per cui dovrei cimentarmi anch'io in tale impresa, perciò riportl pedissequamente le sue parole

Bavarese alle mandorle

per la bavarese:
400 g latte intero
200 g pasta di mandorle in panetto (la pasta di mandorle l'ho fatta iotrritando 200 g di mandorle con 150 di zucchero. Ho fatto doppia dose del dolce)
3 tuorli
50 g zucchero
8 g gelatina in fogli
200 ml panna liquida fresca


 per completare il dolce:  
1 pesca gialla, o percoca
poco ribes rosso
qualche fiore edule a scelta 

  • Scaldate il latte, grattugiatevi dentro la pasta di mandorle, o fatela a piccoli pezzetti.
  • Mescolate,  a fuoco molto dolce,  finché  non si é sciolta completamente.
  • Ammollate i fogli di gelatina in acqua fredda. 
  • Montate i tuorli con lo zucchero fino a che sono gonfi, chiari e spumosi, aggiungete a filo il latte con le mandorle e rimettete su fuoco dolce, mescolando continuamente fino a che la crema comincerà a ispessirsi e velerà il cucchiaio. Se avete un termometro da cucina, controllate che la temperatura arrivi a 85°. 
  • Unite la gelatina ben strizzata e  mescolate bene affinchè si sciolga completamente, togliete dal fuoco e trasferite la crema in una terrina, ponetela a raffreddare in acqua  e ghiaccio, sempre mescolando finché é completamente fredda.
  • Semimontate la panna e  aggiungetela alla crema inglese alle mandorle  mescolando con pazienza fino a quando si sarà perfettamente amalgamata. Operazione importante questa, perchè se la crema alla fine non sarà omogenea, raffreddando tenderà a dividersi. Quindi nessuna fretta finchè la panna non è perfettamente inglobata nella crema inglese. Essendo semimontata avrete meno difficoltà.
  • Trasferite nello stampo prescelto,  o in stampi individuali e mettete in frigorifero a  rassodare. Se optate per uno stampo unico  in silicone, mettetelo nel congelatore, quando dovrete sformare non avrete difficoltà. 
  • Basterà togliere lo stampo dal freezer  un paio d'ore prima di servirlo,  sformare il dolce  direttamente  sul piatto da portata  e lasciare che  si scongeli dolcemente in frigorifero. Se avete un abbattitore, usate quello  per scongelare velocemente.
Giuliana ha decorato con una pesca in modo molto elegante, io ho fatto una

Salsa al caramello
Mettete in un pentolino una noce di burro e 4 o 5 cucchiai di zucchero moscovado, fate un caramello. Aggiungete 200 ml di panna calda, non fredda, altrimenti il caramello si cristallizza!




      Qui sopra vedete 2 bavaresi perché io ho fatto doppia dose e ne ho sgotmata una più piccola per domenica scorsa e l'altra é in congelatore per Natale




         Se avete problemi a sformare il dolce, vi consiglio di immergete lo stampo in una teglia con acqua calda in modo che il calore faciliti l'uscita, ma non tenete il dolce al caldo per più xi qualche secondo, altrimenti rischia di sciogliersi :(((




       Dopo la terza fetta di dolce, per fortuna, ho smesso :)))))

Alla prossima!

Commenti

  1. Caspita, che ricetta! Fa venir voglia di correre a prepararla. Per il Natale sono a posto, ma gennaio ha almeno quattro domeniche per cui..
    Grazie per il consiglio su come fare in casa la pasta di mandorle e anche per la ricetta della salsa.
    Tanti auguri di Buon Natale!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Auguri anche ate Eugenia, ma magark passo fra qualche gilrno da te per un saluto ;)

      Elimina
  2. WOW!!! ma quanto buona era????
    Complimenti e con l'occasione lascio cadere dalla mia slitta i miei migliori Auguri di Buone Feste glitterati!!!!

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Pan Brioche di Laura Ravaioli

Questa magnifica ricetta è stata divulgata tanti anni fa dalla Ravaioli sul Gambero Rosso e, devo dire, resta sempre la migliore (a mio parere) per gusto e sofficità!! Per non parlare della facilità di esecuzione...




Il testo che segue è quello che pubblicò Paola Balestrini tanti anni fa su Coquinaria..
      Poi scrivo come procedo io ;))

Pan Brioche di Laura Ravaioli
400gr. di farina 00
100gr. di farina Manitoba
5 uova
60gr. di zucchero
10gr. di sale
20gr. di lievito di birra
25gr. di acqua
250gr. di burro ammorbidito

Sciogliere il lievito con l'acqua tiepida e poi aggiungerlo alle due farine setacciate con il sale e lo zucchero,poi aggiungere le uova e per ultimo un po' per volta il burro tagliato a pezzetti.E' meglio lavorare con un'impastatrice perché l'impasto che ne risulterà è abbastanza appiccicoso e non lavorabile con le mani,ma non preoccupatevi deve essere così. A questo punto lo prendete e lo mettete in una ciotola abbastanza capiente e poi lo coprite con la pel…

Riso, Carciofi e Patate al forno

Oggi vi presento uno dei piatti tipici della cucina pugliese, una variante, se vogliamo, della Tiella di riso patate e cozze. La foto che vedete vi mostra un residuo di questa preparazione così come si presenta nel piatto!

Riso patate e carciofi al Forno

Torta di mele di Laura Ravaioli

Ho fatto questo dolce diverse volte, diversi anni fa. Il burro e le mele in perfetta armonia 💖💖💖 Siccome é un dolce che rimane umido e che io consiglio di mangiare tiepido, a questa tornata stavo pensando di farne un pudding, perciò lo vedete in una pirofila anziché in una tortiera. Ma avrei dovuto aggiungere più latte e ho dimenticato di farlo, perciò mi é rimasta una torta in pentola 😢😢 Voi invece, che siete piùintelligenti, fate la torta come ricetta comanda, cuocetela in una bella tortiera, sformatela e cospargetela di zucchero a velo 😀😀


Torta di mele e limone Ravaioli 700 g mele renette (io annurche) 125 g zucchero Succo e buccia di 1 limone Pulire e tagliare a fettine sottili le meleCospargerle di zucchero e succo di limone, e buccia, e far riposare almeno 2 ore Mescolare Altri 125 g di zucchero (io 2 cucchiai), 160 g di burro fuso, 2 uova, 250 g di farina e 1/2 bustina di lievitoAggiungere le mele col loro succo, mescolare e versare in uno stampo da 22 cm di diametroCuocer…

Sticky Toffee Pudding di Jamie Oliver

Ho già fatto questo pudding, con una ricetta di Stefano Arturi (la trovate qua) e mi era piaciuto moltissimo. Non lo avevo ancora rifatto, e stavo pensando seriamente di rimediare, quando in tv ho visto quel pacioccone di Jamie Oliver che preparava questa squisitezza di dolce con sua madre!! L'aspetto di questo dolce era molto diverso da quello già fatto e così ho deciso di cimentarmi. Che dire? Buonissimo, bello da presentare... da rifare assolutamente!





Sticky Toffee Pudding di Jamie Oliver 4 bustine di tè al bergamotto (Io non lo avevo e ho usato te normale e buccia d'arancia e/o limone) 300 ml di acqua Con questi 2 elementi preparare un tè e farlo intiepidireFrullare il tè con 450 g di datteri (pesati col nocciolo), spolverata di noce moscata e cannella. Tenere da parteMontare molto bene 170 g di burro con 170 g di zucchero grezzo di canna (quello scuro e morbido) e 170 g di zucchero di canna normale
Aggiungere, continuando a montare   4 uova 340 g di farina autoliev…

Carote arrosto di Yotam Ottolenghi

Oggi vi propongo un'altra ricetta di questo chef fantasioso 😀 Mi piace perché la sua è una rivisitazione moderna di ricette mediorientali e perché la sua cucina é prevalentemente vegetariana: anche quando cucina carne, le verdure sono molto presenti!
   Per queste catote arrosto ci vorrebbero carote di diversi colori. Io non ne avevo e ho usato solo le comuni arancioni. Vi avverto che hanno un gusto particolare, dolciastro, che potrebbe non piacere, come é successo con mio figlio, quindi fatele se conkscete bene i vostri commensali 😉


Carote arrosto di Ottolenghi. Io ho fatto mezza dose
Mi sono attenuta al testo di Patrizia, cambiandolo dove ho apportato modifiche. Lei è stat molto chiara e la ringrazio 💖 Qui il suo post con foto bellissime e vari passaggi
1 kg di carote di diverso genere, viola, arancio, possibilmente novelle (io ho usato solo le arancioni) 50 g di nocciole tostate e tritate grossolanamente
1 cucchiaio di semi di sesamo
1 cucchiaio di melassa di melograno (non sapr…