Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Gennaio, 2017

Sfince siciliane

Questa ricetta é la prova provata di come si possa fare un'ottima cucina con pochi, pochissimi ingredienti!!

      Le uniche sfince che avevo conosciuto, grazie alla rete e alle blogger siciliane, erano quelle ripiene di ricotta e fatte di pasta bignet... una vera goduria di cui potrete avere un'idea se cliccate qui :))).. ma si fanno a san Giuseppe, bisogna aspettare un po' per prepararle :)) Quelle di cui vi parlo oggi sono carnascialesche, scovate su un gruppo facebook e provate immantinente




     Riporto la ricetta così come l'ho copiata poi, qualche considerazione
Sfince di be ny 60 g licoli
500 g  di farina di grano duro
400 g acqua circa
1 cucchiaio zucchero
Buccia di arancia grattugiata 

olio per friggere q.b.

cannella q.b.
zucchero q.b.

In un contenitore dai bordi alti, inserite la farina e il lievito. Iniziate ad impastare, aggiungete acqua  fino a quando non otterrete un impasto morbido, senza grumi,quasi sul liquido,ma non troppo. Coprite la pentola…

27 gennaio: la giornata della memoria

PRIMO LEVI: Se questo é un uomo


Voi che vivete sicuri Nelle vostre tiepide case, voi che trovate tornando a sera Il cibo caldo e visi amici: Considerate se questo è un uomo Che lavora nel fango Che non conosce pace Che lotta per mezzo pane Che muore per un sì o per un no. Considerate se questa è una donna, Senza capelli e senza nome Senza più forza di ricordare Vuoti gli occhi e freddo il grembo Come una rana d'inverno. Meditate che questo è stato: Vi comando queste parole. Scolpitele nel vostro cuore Stando in casa andando per via, Coricandovi alzandovi; Ripetetele ai vostri figli. O vi si sfaccia la casa, La malattia vi impedisca, I vostri nati torcano il viso da voi. 

Supplì

I supplì sono una preparazione tipica della cucina romana. Cucina degli avanzi che diventa ancor più buona ritoccata e taroccata, arricchita e fritta. In pratica si tratta di recuperare gli avanzi di un risotto al pomodoro, formando delle palline di riso, riempiendole di mozzarella e friggendo. Ma io il risotto al pomodoro non lo faccio mai, perciò ho comin iato dall'inizio.... é andata così......




Riso al pomodoro Preparate un brodo vegetaleFate un soffritto con olio, cipolla, carota e sedano. Tostateci 2 tazze da té di riso e aggiungete 750 ml di passata di pomodoro. SalateCompletate il risotto aggiungendo il brodo poco alla voltaFate intiepidire o preparate il giorno prima per il giorno dopo
Supplì Aggiungete al risott 2 o 3 uova e abbondante parmigianoTagliate a listarelle una mozzarella fiordilattePrendete in mano una palla di impasto, schiacciatela e metteteci dentro la mozzarella. Formate il supplìPassate le pallozzole nel pangrattato e friggete Le dosi erano abbondanti.…

Bullar ai frutti rossi

Era molto tempo che non facevo dei bullar svedesi e nei giorni scorsi, con freddo e neve, me ne é venuto proprio il desiderio. Le indicazioni per prepararli sono giá sul blog, quindi sarò veloce. Se non avessi avuto problemi coi frutti congelati, questo racconto sarebbe davvero celere ;)


Preparare la pasta come indicato quiE procedete con il ripieno ai frutti rossi come indicato qui



Io purtroppo ho notato che i frutti di bosco avevano troppi troppi semi e ho preferito passarli al setaccio. Ho proceduto così Messi in padella con una cucchiaiata di burro e 2 o 3 cucchiai di zuccheroDopo 5 minuti di cottura ho aggiunto 1 cucchiaino de fecola sciolto in poca acqua e mescolatoLi ho passati e fatto raffreddare il composto

2 Rustici

Fatti durante il periodo natalizio. Cose che piacciono sempre.



Preparate queste bietole. Anzi diciamo che le avete preparate il giorno prima e ora vorreste mangiarle in una nuova versione ;)Preparate questa pasta, io tutto il chilo di farina, voi regolatevi in base a quello che dovete fareStendere la pasta in un unico disco e mettere in tiella unta di olioVersarci dentro le bietole, pezzi di provola o altro formaggio morbido, 2 uova sbattute con parmigiano, sale e pepeRimboccare la pasta, pennelare di olio, bucherellare e cuocere a 200° per circa 45'



      Purtroppo non ho la foto del prodotto cotto, ma era molto buono. Una nota dolente: quando rimboccate la pasta, tagliate quella in eccesso. Le parti interne sono rimaste un po' crude. Potete fare la stessa torta salata usando pasta da pane e in quel caso non ci sará il problema della mancanza di cottura ;)



       Con la stessa pasta di prima ho fatto anche questa

Bietole saltate

Lo so, dovrei vergognarmi a pubblicare questa cosa... non é mica una ricetta! Voi però siate magnanimi e, per quanto stupido, consideratelo un buon suggerimento tenendo anche conto che, le bietole siffatte, serviranno per una preparazione molto più buona che arriverá dopo ;)




         Dovrete usare delle bietoline graziose, con le coste sottili. Se queste sono doppie non vanno bene, non cuoceranno mai.
         Mettete in padella aglio, olio, poco peperoncino e riscaldate. Tuffateci abbondanti bietole tagliuzzate, salate e incoperchiate. Dopo 2 o 3 minuti rigiratele un pochetto e spegnete la fiamma. Mangiatele dopo almeno 10': si saranno ulteriormente ammaccate e ammorbidite



        É un procedimento banale, ma eviterá di rendere insulsa, lessandola, questa verdura. Un'ottima sostituta delle insalate, soprattutto in questi giorni di gelo dove le cose calde sono più gradite. In foto servita con crocchette di patate e polpette. La mia solitá banalitá... insomma... ;)

Il potere della Natura

Dopo la neve dei giorni scorsi ero preoccupata di come avrei trovato le mie piante in terrazza...... Non ci posso credere!!! É andata piuttosto bene ;)))



       La cicas è addirittura splendente e il nespolo bello arzillo! So che il nespolo é una pianta robusta, ma mi sembrava spezzato sotto la neve... invece era solo piegato e ora é tornato dritto!
       L'aloe vera, invece, sembra si sia lessata... ma non pare morta... vedremo...



        Devo disseppellire ancora qualche piantina, per ora vi dico di queste. A destra l'erba cipollina non pare avere avuto danni, anche perché avevo tagliato tutti i suoi fili e ora stanno rinascendo da sotto :) La pianta sulla sinistra, che sembra una bietola lessa, é in realtá una stella di natale. Direi defunta, ma cercherò di rianimarla tagliando tutti i rami e vediamo se riparte :) Dietro, il rosmarino, pianta rustica, niente danni, gran soddisfazione! Standing ovation per il prezzemolo al centro che é addirittura cresciuto!!!
   …

Colazione invernale

Col freddo che fa sto mangiando proprio stranoooo !! Fermatemi! Colazioni assurde con bruschettoni al formaggio e liquore Strega, profumatissimo, mette di buon umore :))))) 
         Pensavo che non le avrei gradite, invece mi sono pappata pure 2 cartellate.



         E visto che ci sono vi faccio vedere cosa successe ieri sera: luce elettrica defunta per più di mezz'ora e paese in pieno buio! I mezzi spazzaneve illuminano la notte: erano solo le cinque del pomeriggio. Miriadi di riflessioni su come si faceva 100 anni fa a vivere con le candele.....
         Felice e calda giornata a tutti!

Neve

E' iniziata il giorno della Befana e io non ero a casa. Dopo un rientro tragicomico fra treni che non partono e passeggiate nella bianca coltre che ci arriva fino al ginocchio, a casa troviamo questo.....



      E' bella.. non lo é..... i disagi... ma state sempre a lamentarvi... Gli opinionisti sui social si sprecano. Con 8 morti mi sembra che i disagi ci siano.