Passa ai contenuti principali

Un pane semplice per chi comincia col lievito madre

        Come vi ho già detto in questo post, ho deciso di parlare di lievito madre e di come cominciare ad usarlo, perchè mi è stato gentilmente chiesto. Non sono un'esperta, ma lo uso, quindi continuo a dare qualche indicazione su come procedo con le ricette che eseguo io


Intanto comincio col far notare una cosa: molto spesso leggo di gente che dice che nel loro pane c'è un sentore di acidità. Questo può dipendere da molti fattori tecnici (dal LM un po' passato, a una cattiva lievitazione, etc...) che sarebbe complicato stare a spiegare :). In questa sede posso solo dirvi come ho risolto io.

         Quando parlo con mia madre e le chiedo come facevano il pane, lei mi dice che procedevano così:
  • Conservavano circa 150 gr di pasta dopo aver impastato e la tenevano in un mobile. - Mi hanno fatto notare che in questo passaggio sembra che si parli di pasta di riporto. Non è così, tanti anni fa si panificava col lievito madre - 
  • Dopo 2 settimane circa, quando si panificava, prendevano quella poca pasta (ormai acida) e la impastavano con 1 Kg di farina circa
  • Quando questo impasto aveva lievitato, faceva da lievito per i successivi 15 kg circa di farina che andavano ad impastare

Da questi dati si può capire che noi oggi, normalmente, usiamo un po' troppo lievito madre per fare il pane, visto che molti usano 150 gr di LM, a volte per solo mezzo chilo di farina!!! Se impastassimo tutti i giorni potrebbe anche andar bene, ma siccome lo facciamo come minimo una volta a settimana, è meglio andare cauti e non abbondare in acidità!




        Ecco quindi come procedo io per un pane di base:
  • Prendo 1 cucchiaino di pasta madre e la rinfresco con un po' d'acqua e la farina necessaria
  • Ottengo un pugno di pasta di 100/150 gr e lo faccio lievitare
  • La sera impasto il pane. Le dosi sono orientativamente queste: 600 gr di farina 0, 350/400 ml di acqua, sale, la pasta madre che avete preparato
  • Tengo l'impasto fuori dal frigo per un'oretta in modo da far partire la lievitazione, e poi metto in frigo tutta la notte (quando arriva il vero freddo è inutile mettere in frigo)
  • Al mattino tiro fuori dal frigo e tengo a temperatura ambiente per un paio d'ore
  • Poi do la forma al pane e faccio lievitare
  • Quando è bello gonfio, in forno a 220° per 15' circa, poi abbasso a 180 per un'altra mezz'ora
Di seguito le foto

La pasta lievitata... E' sempre un bel vedere!!!



Arrotolo la pasta e metto nella teglia infarinata
Copro a campana con uno stampo da plum-cake così il pane tiene la forma

Qui ha lievitato. 3 tagli e in forno

Cotto e profumato
Fatto in questo modo, cioè con pochissimo lievito madre di partenza, io lo trovo ottimo e profuma di pane!!!



Buona giornata a tutti!!

Commenti

  1. Grazie Giulia, il tuo pane è sempre invitante e invoglia a provare. Io sto adoperando il lievito madre disidratato, per le pizze, la prossima volta tengo un po' di impasto da parte e procedo come ha detto tua madre. Vediamo cosa succede.
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
  2. Panifico molto, ma non uso il LM, ma solo per motivi di tempo, il tuo post è molto interessante. Un bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie Giovanna! Ma i tuoi pani sono comunque meravigliosi

      Elimina
  3. complimenti sembra davvero buonissimo e invitante ....un abbraccio

    RispondiElimina
  4. Indicazioni importanti. Ma io non riesco ancora a cedere alla tentazione: ho paura di diventarne dipendente!! ^_^ Gran bel lavoro Giulia, bravissima!!

    RispondiElimina
  5. 15KG????????????????????
    o.o
    Ho una spacciatrice di LM che lavora con me.. c'è sempre qualcosa che mi trattiene dal chiederglielo.
    Non mi sento pronta :D :D :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Angela, loro facevano 15 kg per famiglie numerose e il pane durava molti giorni

      Elimina
  6. io sto cominciando adesso quindi per me è utilissimo questo post!
    Grazie cara.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. poi voglio vedere quello che sforni Fabiola!!

      Elimina
  7. Maravilloso pan fermentado una maravilla me gusta el color dorado,abrazos.

    RispondiElimina
  8. brava, e ti è venuto proprio bene, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  9. Che meraviglia! i tuoi consigli sono tesoro! proverò anche io...e comincerò da ora a seguirti. ciao.

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Pan Brioche di Laura Ravaioli

Questa magnifica ricetta è stata divulgata tanti anni fa dalla Ravaioli sul Gambero Rosso e, devo dire, resta sempre la migliore (a mio parere) per gusto e sofficità!! Per non parlare della facilità di esecuzione...




Il testo che segue è quello che pubblicò Paola Balestrini tanti anni fa su Coquinaria..
      Poi scrivo come procedo io ;))

Pan Brioche di Laura Ravaioli
400gr. di farina 00
100gr. di farina Manitoba
5 uova
60gr. di zucchero
10gr. di sale
20gr. di lievito di birra
25gr. di acqua
250gr. di burro ammorbidito

Sciogliere il lievito con l'acqua tiepida e poi aggiungerlo alle due farine setacciate con il sale e lo zucchero,poi aggiungere le uova e per ultimo un po' per volta il burro tagliato a pezzetti.E' meglio lavorare con un'impastatrice perché l'impasto che ne risulterà è abbastanza appiccicoso e non lavorabile con le mani,ma non preoccupatevi deve essere così. A questo punto lo prendete e lo mettete in una ciotola abbastanza capiente e poi lo coprite con la pel…

Veneziana?

Ho trovato questa bella ricetta su you tube e ho voluto subito provarla! Fatta circa 2 settimane fa, molto buona, più facile di altri grandi lievitati che hanno un impasto poco gestibile. Ho apportato delle piccole varianti, usando miele al posto dello zucchero e lievito madre, ma resta molto simile all'originale di cui aggiungerò il link a fine post. ora, la mia versione ;)




Veneziana La sera 1°impasto 220 g farina forte (io farina 0)  60 g miele  50 ml acqua  3 tuorli 150 g lievito liquido  60 g burro É un impast semplice, unica accortezza, aggiungere il burro alla fineSe usate pasta madre solida aumentate l'acqua a 90, 100 mlAl posto del lievito madre potete usare una biga fatta nel pomeriggio con lievito di birra

La Colomba mono impasto di Paoletta

Breve post oggi, solo qualche foto, per farvi vedere questa Colomba preparata l'anno scorso.



      La ricetta è di Paoletta diAnice e Cannella, ma non la trovate sul suo blog




      Questa ricetta è infatti stata pubblicata sul gruppo facebook di Paoletta l'anno scorso e ha avuto un grande successo, così come il panettonemono impasto