Passa ai contenuti principali

Panini di Luvi

Luisa Ghetti è davvero una grande cuoca! Ogni cosa che fa ha un fascino particolare e già nel leggere la ricetta si può capire quanto la sua preparazione sia buona. 
         Io però non cucino più del necessario... in casa siamo solo 2 e gli sprechi non mi piacciono, perciò non riesco a provare tutte le cose che vorrei.... Poco male, la cucina in fondo è una necessità. Certo il piacere di una preparazione bella e buone deve esserci, ma credo che la parsimonia vada al primo posto in quest'epoca di sprechi!
         Comunque, una ricetta che potevo fare anch'io, l'ho trovata in questo bellissimo blog, e sono i panini da buffet che vado a descrivervi. Se passate da Luvi le informazioni saranno più precise ;)) 



Panini da buffet
1200 gr farina
  500 ml latte

    50 gr lievito di birra (io ho usato 150 gr di Lievito Madre)
    30 gr sale
    30 gr zucchero
    4 uova
  150 ml olio
  • Setacciare la farina e mettere al centro tutti gli ingredienti tranne l'olio
  • Quando l'impasto si sarà formato cominciate ad aggiungere l'olio lentamente
  • Fate una bella palla e ponete a riposare per un'oretta
  • Arrotondate quindi l'impasto, mettete in una ciotola capiente e tenete in frigo
  • Fate riposare in frigo tutta la notte (se fa freddo potete evitare il passaggio in frigo)
  • Al mattino tirate fuori dal frigo e portate a temperatura per un'ora circa




  • Fate cadere lentamente l'impasto sul tavolo di lavoro e manipolate dolcemente
  • Arrotolatelo un po' e col pugno cominciate a formare le palline. Io non le ho pesate, ma voi potete farlo benissimo
  • Poiché l'impasto era decisamente morbido, ho dato alle pallozze prima una forma allungata e fatto puntare per una mezzoretta, poi le ho arrotondate e messe a lievitare


 


  • Nella foto sotto i panini hanno lievitato
  • Infornare a 150-160° per circa 20'. Con i forni, si sa, ognuno si deve regolare di conseguenza




Eccoli pronti, davvero molto buoni!!!


Siccome l'impasto era tanto, ci ho fatto anche un pan brioche!!!
foto fatte di fretta, ma spero che rendano l'idea!


Note mie: Questi panini mi sono piaciuti molto ma, per i miei gusti, diminuirei il sale e aumenterei lo zucchero. Questo perchè trovo che i panini da buffet debbano essere un po' più dolci. Per il resto... ottimi!!! 
     
       Buona Domenica!

Commenti

  1. Belli! E fare pure questi visto che ormai mi sono data al pane & co.

    RispondiElimina
  2. I panini della mia infanzia!!! Non mancavano mai alle festicciole con i compagni di scuole, farciti con prosciutto cotto o salame. Che ricordi !
    Un abbraccio Leo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Troppo gentile Leo!! sono i panini dell'infanzia di tutti!!

      Elimina
  3. Giulia, sai sempre suggerire ricette stuzzicanti e, soprattutto, fattibili. Bellissimi questi panini, ricordano anche a me le festicciole della prima giovinezza :)
    Magari avessi avuto internet e la ricetta a quei tempi! Mi sembravano cose impossibili da produrre in casa e invece...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazie a te Eugenia!!! E' vero, qualche anno fa molte cose sembravano improbabili da fare in casa :))

      Elimina
  4. Belli davvero, mi sa che provo a ricominciare :)

    RispondiElimina
  5. Ti sono venuti una meraviglia, pare quasi di sentirne il profumo!

    RispondiElimina
  6. belli davvero, perfetti a merenda, a colazione e sicuramente per i buffet. Da provare!!!

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Pan Brioche di Laura Ravaioli

Questa magnifica ricetta è stata divulgata tanti anni fa dalla Ravaioli sul Gambero Rosso e, devo dire, resta sempre la migliore (a mio parere) per gusto e sofficità!! Per non parlare della facilità di esecuzione...




Il testo che segue è quello che pubblicò Paola Balestrini tanti anni fa su Coquinaria..
      Poi scrivo come procedo io ;))

Pan Brioche di Laura Ravaioli
400gr. di farina 00
100gr. di farina Manitoba
5 uova
60gr. di zucchero
10gr. di sale
20gr. di lievito di birra
25gr. di acqua
250gr. di burro ammorbidito

Sciogliere il lievito con l'acqua tiepida e poi aggiungerlo alle due farine setacciate con il sale e lo zucchero,poi aggiungere le uova e per ultimo un po' per volta il burro tagliato a pezzetti.E' meglio lavorare con un'impastatrice perché l'impasto che ne risulterà è abbastanza appiccicoso e non lavorabile con le mani,ma non preoccupatevi deve essere così. A questo punto lo prendete e lo mettete in una ciotola abbastanza capiente e poi lo coprite con la pel…

Un pane semplice per chi comincia col lievito madre

Come vi ho già detto in questo post, ho deciso di parlare di lievito madre e di come cominciare ad usarlo, perchè mi è stato gentilmente chiesto. Non sono un'esperta, ma lo uso, quindi continuo a dare qualche indicazione su come procedo con le ricette che eseguo io

Intanto comincio col far notare una cosa: molto spesso leggo di gente che dice che nel loro pane c'è un sentore di acidità. Questo può dipendere da molti fattori tecnici (dal LM un po' passato, a una cattiva lievitazione, etc...) che sarebbe complicato stare a spiegare :). In questa sede posso solo dirvi come ho risolto io.
         Quando parlo con mia madre e le chiedo come facevano il pane, lei mi dice che procedevano così: Conservavano circa 150 gr di pasta dopo aver impastato e la tenevano in un mobile. - Mi hanno fatto notare che in questo passaggio sembra che si parli di pasta di riporto. Non è così, tanti anni fa si panificava col lievito madre -

Riso, Carciofi e Patate al forno

Oggi vi presento uno dei piatti tipici della cucina pugliese, una variante, se vogliamo, della Tiella di riso patate e cozze. La foto che vedete vi mostra un residuo di questa preparazione così come si presenta nel piatto!

Riso patate e carciofi al Forno