Passa ai contenuti principali

Cena Thai parte prima: La zuppa




Questo post viene dal mio vecchio blog ed ero molto indecisa se pubblicarlo o meno. Le foto sono pessime, l'ambientazione inesistente e i colori indecorosi... Però le ricette erano buone, profumate e gustose e l'unico modo per salvarle era quello di ripubblicarle!!
      Infatti, nonostante il vecchio blog sia stato salvato, l'unico modo per leggere bene i post è quello di ripubblicare su un blog, altrimenti leggerete testi e codici html e vi posso garantire che non è facile estrabolare il senso dello scritto!


Dunque dicevo.... questo post risale a circa 3 anni fa, quando mio cugino, con moglie thailandese, e i miei zii, vennero a trovarci dopo tanti anni dalla Germania. Le foto non saranno belle, ma spero che le ricette vi piacciano!!!

 Qui sopra vedete una preparazione con carne di maiale, in basso a destra una specie di insalata    con spaghetti di riso (almeno credo), pomodori, cetrioli e cipolla... come faremmo noi ;))))))



Qui invece una zuppa di verdure e pollo e una preparazione agrodolce, sempre a base di pollo e verdure varie. 4 piatti accompagnati da tanto riso basmati!! Anche troppo a dire la verità, ne abbiamo preparato una marea :)))) Qui sotto la mia bella cuginetta acquisita!


Ma andiamo a cominciare

Per la Zuppa




Prendete 1 litro di latte di cocco e mettetelo in un pentolone capiente con un altro mezzo litro circa d'acqua. Aggiungeteci petto di pollo tagliato piccolissimo, funghi champignon, carote, cipolle, cetrioli, tutto tagliato molto sottilmente. Scusate se non riesco a darvi dosi precise, ma abbiamo preparato tanta di quella roba che mi viene difficile!! Poi pomodorini tagliati in 4 e questi qui per il tocco esotico


Salsa di pesce e lemon grass, che ha un gusto che sembra un misto tra lo zenzero e il limone, molto delicata. 
Nella zuppa ha anche spremuto del succo di limone e salato il tutto. Quando la servite, il peperoncino in polvere è fondamentale, perchè dà sprint ad una preparazione dolciastra e gustosa. A me è piaciuta molto.


Mettere il riso basmati già cotto nel piatto e irrorarlo con la minestra.
Scusatemi per le foto, non sono molto belle, perchè eravamo a casa di mia madre e scattavo come meglio potevo. Ma non ho ancora avuto il tempo di rifare questi piatti per poter fare foto più decenti, perciò dovrete accontentarvi di queste. Le altre ricette nel prossimo post!

Buona giornata a tutti!!

Commenti

  1. Bellissime foto invece e le ricette sono super!
    Un abbraccio!!

    RispondiElimina
  2. le foot vanno benissimo non ti preoccupare importante è la ricetta che è assolutamente a mio parere da provare

    RispondiElimina
  3. Mi piacciono tanto queste preparazioni.Cosa c'e' nella bottiglia vicino alla salsa di pesce?
    P.S. Il riso basmati non e' mai abbastanza!

    RispondiElimina
  4. grazie a tutti, troppo gentili..

    Edith, vicino alla salsa di pesce ce n'è un'altra simile... credo di ostriche..

    RispondiElimina
  5. Mi ricordo questa cena Giulia, hai fatto benissimo a ripubblicare! Anzi, ti dirò, io aspetto con ansia anche tutte le tue altre vecchie ricette ed una in particolare ;) che dovrei "rilinkare" al mio blog!
    Ti abbraccio stretta bravissima Giulia ^__^!

    RispondiElimina
  6. Molto interessante, lo sai che mi ricordo di aver visto queste immagini e letto le ricette...quindi hai fatto bene e riproporle!!! bacioni

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Pan Brioche di Laura Ravaioli

Questa magnifica ricetta è stata divulgata tanti anni fa dalla Ravaioli sul Gambero Rosso e, devo dire, resta sempre la migliore (a mio parere) per gusto e sofficità!! Per non parlare della facilità di esecuzione...




Il testo che segue è quello che pubblicò Paola Balestrini tanti anni fa su Coquinaria..
      Poi scrivo come procedo io ;))

Pan Brioche di Laura Ravaioli
400gr. di farina 00
100gr. di farina Manitoba
5 uova
60gr. di zucchero
10gr. di sale
20gr. di lievito di birra
25gr. di acqua
250gr. di burro ammorbidito

Sciogliere il lievito con l'acqua tiepida e poi aggiungerlo alle due farine setacciate con il sale e lo zucchero,poi aggiungere le uova e per ultimo un po' per volta il burro tagliato a pezzetti.E' meglio lavorare con un'impastatrice perché l'impasto che ne risulterà è abbastanza appiccicoso e non lavorabile con le mani,ma non preoccupatevi deve essere così. A questo punto lo prendete e lo mettete in una ciotola abbastanza capiente e poi lo coprite con la pel…

Un pane semplice per chi comincia col lievito madre

Come vi ho già detto in questo post, ho deciso di parlare di lievito madre e di come cominciare ad usarlo, perchè mi è stato gentilmente chiesto. Non sono un'esperta, ma lo uso, quindi continuo a dare qualche indicazione su come procedo con le ricette che eseguo io

Intanto comincio col far notare una cosa: molto spesso leggo di gente che dice che nel loro pane c'è un sentore di acidità. Questo può dipendere da molti fattori tecnici (dal LM un po' passato, a una cattiva lievitazione, etc...) che sarebbe complicato stare a spiegare :). In questa sede posso solo dirvi come ho risolto io.
         Quando parlo con mia madre e le chiedo come facevano il pane, lei mi dice che procedevano così: Conservavano circa 150 gr di pasta dopo aver impastato e la tenevano in un mobile. - Mi hanno fatto notare che in questo passaggio sembra che si parli di pasta di riporto. Non è così, tanti anni fa si panificava col lievito madre -

Riso, Carciofi e Patate al forno

Oggi vi presento uno dei piatti tipici della cucina pugliese, una variante, se vogliamo, della Tiella di riso patate e cozze. La foto che vedete vi mostra un residuo di questa preparazione così come si presenta nel piatto!

Riso patate e carciofi al Forno