Passa ai contenuti principali

Pasta al forno con Asparagi


Oggi, velocemente, vi propongo questa buona e facile ricetta presa da un vecchio numero di Sale e Pepe.
       E' tempo di asparagi, approfittatene!!
Meglio quelli selvatici. Io qui ho usato gli asparagi coltivati, peccato... ma la rifarò, come sempre :D



Pasta al forno con asparagi
300 g di pasta corta
350 g di asparagi
150 ml di panna (o latte o panna e latte misti)
 80 g di prosciutto cotto
 20 g parmigiano o grana
2 cucchiai di pan grattato
sale, pepe, noce moscata, burro per infiocchettare



  •  Cuocere a vapore gli asparagi (potete lessarli, ma meglio al vapore). Io lo faccio posizionando un setaccio su una teglia con acqua e coperchio
  • Staccare le punte degli asparagi e tenerle da parte
  • Frullare i gambi cotti con panna, sale, pepe
  • Affettare il prosciutto e tenere da parte insieme alle punte di asparagi
  • Preparare il formaggio e il pan grattato


Assemblare il piatto
  • Cuocere la pasta e tenerla un po' al dente
  • Mescolare la pasta con la crema di asparagi
  • Aggiungere le punte di asparagi e il prosciutto alla pasta e dare una girata
  • Aggiungere anche una parte del pangrattato e del formaggio
  • Ricoprire col restante pangrattato e formaggio e cospargere di fiocchi di burro
  • Infornare a 200° per circa 30'



Eccola uscita dal forno!!!
        N.B: Faccio notare che la ricetta prevedeva di dare solo una passata sotto al grill per circa 15'. Io preferisco sempre la cottura completa in forno, altrimenti ho l'impressione che i sapori non si amalgamino



Buona giornata

Commenti

  1. Complimenti Giulia, per il piatto e per il tuo blog. Grazie per essere passata da me. Mi sono segnata anch'io tra i follower <3 A presto, Ciao.

    RispondiElimina
  2. Sembra davvero molto gustosa questa pasta cara Giulia, brava!!!
    Bacioni...

    RispondiElimina
  3. è una bella idea anche per fare mangiare gli asparagi ai bambini :-)

    RispondiElimina
  4. Meravigliosa questa pasta con gli asparagi! Mi sa che proverò a rifarla!

    RispondiElimina
  5. Ottimo primo piatto. Sono sicura piacerebbe tantissimo a mia figlia.

    RispondiElimina
  6. Che primino da leccarsi i baffi!!!! ^^

    RispondiElimina
  7. Un piatto molto invitante, da provare senz'altro! Un bacione

    RispondiElimina
  8. grazie a tutti!! Si, è un piatto molto buono e si fa in un attimo!!

    RispondiElimina
  9. Che buona,amo gli asparagi!!! :PP
    Ciao carissima,felice giornata

    RispondiElimina
  10. Giulia, ne vado letterelmente matta degli asparagi , se riesco a trovare quelli selvatici proporro' questo piatto presto in italia dai miei, qui é impossibile trovarli, certo vanno bene anche quelli coltivati, l'idea in ogni caso mi piace moltissimo!

    un'abbraccio!

    RispondiElimina
  11. Buonissimi. A me gli asparagi poi piacciono da morire!!!

    RispondiElimina
  12. La faccio anche io da allora anzi l'ho fatta anche per pasqua qui al campeggio. Buonissima!

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Pan Brioche di Laura Ravaioli

Questa magnifica ricetta è stata divulgata tanti anni fa dalla Ravaioli sul Gambero Rosso e, devo dire, resta sempre la migliore (a mio parere) per gusto e sofficità!! Per non parlare della facilità di esecuzione...




Il testo che segue è quello che pubblicò Paola Balestrini tanti anni fa su Coquinaria..
      Poi scrivo come procedo io ;))

Pan Brioche di Laura Ravaioli
400gr. di farina 00
100gr. di farina Manitoba
5 uova
60gr. di zucchero
10gr. di sale
20gr. di lievito di birra
25gr. di acqua
250gr. di burro ammorbidito

Sciogliere il lievito con l'acqua tiepida e poi aggiungerlo alle due farine setacciate con il sale e lo zucchero,poi aggiungere le uova e per ultimo un po' per volta il burro tagliato a pezzetti.E' meglio lavorare con un'impastatrice perché l'impasto che ne risulterà è abbastanza appiccicoso e non lavorabile con le mani,ma non preoccupatevi deve essere così. A questo punto lo prendete e lo mettete in una ciotola abbastanza capiente e poi lo coprite con la pel…

Un pane semplice per chi comincia col lievito madre

Come vi ho già detto in questo post, ho deciso di parlare di lievito madre e di come cominciare ad usarlo, perchè mi è stato gentilmente chiesto. Non sono un'esperta, ma lo uso, quindi continuo a dare qualche indicazione su come procedo con le ricette che eseguo io

Intanto comincio col far notare una cosa: molto spesso leggo di gente che dice che nel loro pane c'è un sentore di acidità. Questo può dipendere da molti fattori tecnici (dal LM un po' passato, a una cattiva lievitazione, etc...) che sarebbe complicato stare a spiegare :). In questa sede posso solo dirvi come ho risolto io.
         Quando parlo con mia madre e le chiedo come facevano il pane, lei mi dice che procedevano così: Conservavano circa 150 gr di pasta dopo aver impastato e la tenevano in un mobile. - Mi hanno fatto notare che in questo passaggio sembra che si parli di pasta di riporto. Non è così, tanti anni fa si panificava col lievito madre -

Riso, Carciofi e Patate al forno

Oggi vi presento uno dei piatti tipici della cucina pugliese, una variante, se vogliamo, della Tiella di riso patate e cozze. La foto che vedete vi mostra un residuo di questa preparazione così come si presenta nel piatto!

Riso patate e carciofi al Forno