Passa ai contenuti principali

Torta di Compleanno

            Per qualche tempo un amico mi ha prestato una reflex e ho fatto foto più decenti. Ora sono tornata ad una macchinetta piccola e assolutamente non professionale, ma a me sta bene così. Sarà pure un'arte, ma devo dire che a me l'arte della fotografia non piace. Si fotografano le persone, i ricordi... e già quelli sarebbe meglio che rimanessero nel cuore piuttosto che sul pc... figuriamoci una ricetta... ciò che conta è il sapore e quello, non possiamo certo fotografarlo!!

           Farei a meno delle foto, sarebbe un blog di sola scrittura ma, in effetti, non avrebbe senso...
Perciò accontentatevi di queste foto sgarrupate e, se vi va, provate a immaginare se questa ricetta possa piacervi o meno :DD




           Dunque.... tornando al dolce..... Questa è la torta che faccio, solitamente, per i compleanni!!
Ultimamente l'ho sostituita spesso con la Torta tres Leches, ma per il compleanno di mio fratello, sono tornata alla tradizionale ;)

Per prepararla ci vogliono
1 Pan di Spagna
500 ml di crema pasticcera (fatta cioè con 500 ml di latte)
500 ml di panna bagna al limone o all'arancia

Pan di Spagna
4 uova
4 cucchiai di zucchero
4 cucchiai di farina
  • Montare le uova con lo zucchero
  • Aggiungere la farina delicatamente setacciandola e mescolando dal basso verso l'alto
  • versare in una tortiera da 24 cm imburrata e infarinata e cuocere a 160° fino a cottura
  • Come si vede dalla prima foto, in questo caso, ho montato gli albumi a parte e gli ho uniti al composto dopo aver inserito la farina; Il motivo è presto detto, sono rimasta con le fruste elettriche e questa torta era più grande delle dimensioni di cui ho scritto, perciò ho preferito procedere col metodo tradizionale, altrimenti le uova non sarebbero mai montate



Crema Pasticcera
4 tuorli più 1 bianco
4 cucchiai di zucchero
2 cucchiai di farina
500 ml di latte
Buccia di Limone o Arancia
  • Mescolare le uova con lo zucchero e la buccia di limone grattugiata
  • Aggiungere la farina, quindi il latte caldo
  • Portare a bollore mescolando sempre per almeno 5'
  • Far raffreddare

Montare i 500 ml di panna

Preparare la bagna facendo uno sciroppo con acqua e zucchero (andate a naso e a gusto) e aggiungete la quantità di limoncello che riterrete necessaria





Assemblaggio

  • Dividere la torta in 2 dischi come da foto precedenti
  • Inzupparla con la bagna, ma non troppo (questo pan di spagna è particolarmente morbido)
  • Inserire nella crema pasticcera 1/3 o poco più della panna e con questa riempire il dolce (Vi avanzerà un bel po' di crema
  • Coprire con l'altro disco di pan di spagna
  • Aggiungere alla crema rimasta, la panna restante e con questa crema ricoprire il dolce all'esterno. La torta non ha niente di bello, ma a noi piace molto, è delicata e soffice



Se vi fidate potete provarla ;)

    A risentirci!!

Commenti

  1. a noi interessa la bontà della ricetta e devo dire che quella crema scende ci fa alzare l'acquolina in bocca

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Pan Brioche di Laura Ravaioli

Questa magnifica ricetta è stata divulgata tanti anni fa dalla Ravaioli sul Gambero Rosso e, devo dire, resta sempre la migliore (a mio parere) per gusto e sofficità!! Per non parlare della facilità di esecuzione...




Il testo che segue è quello che pubblicò Paola Balestrini tanti anni fa su Coquinaria..
      Poi scrivo come procedo io ;))

Pan Brioche di Laura Ravaioli
400gr. di farina 00
100gr. di farina Manitoba
5 uova
60gr. di zucchero
10gr. di sale
20gr. di lievito di birra
25gr. di acqua
250gr. di burro ammorbidito

Sciogliere il lievito con l'acqua tiepida e poi aggiungerlo alle due farine setacciate con il sale e lo zucchero,poi aggiungere le uova e per ultimo un po' per volta il burro tagliato a pezzetti.E' meglio lavorare con un'impastatrice perché l'impasto che ne risulterà è abbastanza appiccicoso e non lavorabile con le mani,ma non preoccupatevi deve essere così. A questo punto lo prendete e lo mettete in una ciotola abbastanza capiente e poi lo coprite con la pel…

Un pane semplice per chi comincia col lievito madre

Come vi ho già detto in questo post, ho deciso di parlare di lievito madre e di come cominciare ad usarlo, perchè mi è stato gentilmente chiesto. Non sono un'esperta, ma lo uso, quindi continuo a dare qualche indicazione su come procedo con le ricette che eseguo io

Intanto comincio col far notare una cosa: molto spesso leggo di gente che dice che nel loro pane c'è un sentore di acidità. Questo può dipendere da molti fattori tecnici (dal LM un po' passato, a una cattiva lievitazione, etc...) che sarebbe complicato stare a spiegare :). In questa sede posso solo dirvi come ho risolto io.
         Quando parlo con mia madre e le chiedo come facevano il pane, lei mi dice che procedevano così: Conservavano circa 150 gr di pasta dopo aver impastato e la tenevano in un mobile. - Mi hanno fatto notare che in questo passaggio sembra che si parli di pasta di riporto. Non è così, tanti anni fa si panificava col lievito madre -

Riso, Carciofi e Patate al forno

Oggi vi presento uno dei piatti tipici della cucina pugliese, una variante, se vogliamo, della Tiella di riso patate e cozze. La foto che vedete vi mostra un residuo di questa preparazione così come si presenta nel piatto!

Riso patate e carciofi al Forno